PRATO

Martedì, 09 Ottobre 2018 16:47

Prato. Riaperto lo sportello dell’Ente per il turismo

Corsi di formazione, sostegno al welfare e al reddito

di Gina Nesti

PRATO- E’ stata presentata alla stampa la riapertura dello sportello pratese dell’Ente bilaterale del turismo toscano.

Erano presenti Tiziano Tempestini direttore Confcommercio Pistoia e Prato, Ilaria Bigliazzi responsabile regionale Ebtt, Alberto Santini coordinatore del centro servizi Ebtt , Rodolfo Tomada della Federalberghi di Prato e Bruno Migneco coordinatore del Centro servizi Ebtt di Prato.

Lo sportello è collocato nella sede Confcommercio in via Valentini 7 a Prato city e si rivolge ai dipendenti e ai titolari delle attività del settore turistico, alberghiero, della ristorazione e agenzie di viaggio. Tra l’altro, è già possibile iscriversi ai corsi di formazione: il programma prevede un piano formativo sulla sicurezza sul lavoro, sul controllo igenico sanitario ma prevede anche corsi sullo sviluppo delle competenze nell’ambito della ristorazione e del settore dell’accoglienza.

L’Ebtt ha stanziato 500.000 euro al fine di sostenere le misure di sostegno a favore di lavoratori e aziende.

“L’ente bilaterale – ha spiegato Bigliazzi - è un’associazione regionale. Oggi abbiamo riaperto ufficialmente il centro servizi di Prato. Organizza attività che vengono coordinate direttamente dalla sede regionale. Tra le più importanti, abbiamo le misure di welfare e sostegno al reddito: le aziende e i lavoratori possono chiedere dei contributi per la digitalizzazione e innovazione tecnologica e per l’alta formazione per ottenere, ad esempio, un rimborso sulle assicurazioni che sono obbligatorie, ma anche contributi sull’alternanza scuola lavoro. I lavoratori possono avere contributi per acquistare dei bonus libri scolastici o rimborsi previsti per la denuncia dei redditi (730). Le misure di sostegno al welfare possono essere richieste alla sportello di Prato, poi saranno coordinate a livello regionale. Essendo un agenzia formativa collegata alla regione Toscana, l’ente bilaterale realizza anche tutta un attività trasversale come l’orientamento professionale o i progetti finanziati dal fondo sociale europeo. In questo momento abbiamo un percorso aperto in cui i ragazzi possono iscriversi per ottenere la qualifica con un percorso gratuito di 900 ore”.

“Oggi è ripartita formalmente l’attività dello sportello dell’Ente bilaterale del turismo a Prato – ha detto Tempestini -. L’ente è una struttura importante che eroga attività di formazione per i lavoratori e per gli imprenditori e che svolge attività di incontro domanda e offerta lavoro e sviluppo, attiva tirocini formativi per i giovani che vogliono fare esperienza in questo settore. Prato ha le carte in regola per crescere in termine di presenze turistiche e appeal di accoglienza turistica. La vicinanza a Firenze ha creato elementi attrattivi che la mettono in condizione di guardare al futuro in termini positivi. Con l’Ente bilaterale creiamo le condizioni per far crescere gli imprenditori e i lavoratori sotto il profilo della formazione e da oggi presso la sede della Confcommercio a Prato ci si può rivolgere per avere informazioni sulle nostre attività”.

“L’Ente non è soltanto un elemento giuridico contrattuale – ha spiegato Alberto Santini - ma rappresenta anche una grandissima opportunità per le aziende e per gli addetti che possono crescere nella loro professionalità attraverso i corsi di formazione. La crescita professionale non è soltanto un elemento che viene messo a disposizione dell’impresa ma è anche un accrescimento culturale per le persone. Questo è un importante elemento da tenere in considerazione non soltanto dalle imprese, che possono approfittare di una situazione complessiva di miglioramento delle proprie maestranze a livello professionale, ma anche di crescita individuale di ogni singolo lavoratore”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.