PRATO

Martedì, 02 Ottobre 2018 18:29

Prato, fra le erbacce il sottopasso della tragedia

Il sottopasso di via Ciulli Il sottopasso di via Ciulli

 Scelta Civica punta il dito sull'Amministrazione

PRATO - La Natura prima o poi si riprende sempre ciò che l'uomo abbandona. Ed è il caso anche del sottopasso di via Ciulli (nella foto) dove il 5 ottobre di otto anni fa trovarono la morte per annegamento le sorelle Donglan Wang, 42 anni, e Jilan Wang, 50 anni, più la figlia di quest’ultima Chengwei, 24 anni. Dopo otto anni le erbacce si sono impossessate dell'asfalto della strada e del cemento delle pareti.

La denuncia è di “Scelta Civica” pratese. “Il Partito democratico – scrive in una nota - che aveva promesso in campagna elettorale che lo avrebbe riaperto in pochi mesi, in caso di vittoria, ritenendo l'Amministrazione uscente di centrodestra come incompetente, si è rivelata allo stesso livello. I candidati che sono andati a prendere i voti soprattutto dagli artigiani di via Dosso Faiti, i più penalizzata dalla prolungata chiusura di quella via di comunicazione strategica per l'intera area, dovrebbero avere il coraggio di andare a chiedere scusa a loro e a tutti i residenti di Narnali e Galciana. Non solo l'attuale amministrazione in quattro anni non è riuscita a riaprire quel sottopasso ma non è riuscita neppure a trovare e a dotare la comunità locale di una viabilità alternativa ed efficiente. Come Scelta civica non possiamo non sottolineare un'altra promessa non mantenuta da questa Amministrazione monocolore Pd”.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.