PRATO

Domenica, 30 Settembre 2018 16:54

Prato, gara dei carretti: vince l'istituto Marconi

la gara dei carretti la gara dei carretti

Al Cicognini premiata una Ferrari e l'abito a lei dedicato

PRATO - È il Marconi il vincitore della gara dei carretti 2018.

Con un tempo complessivo di 8 minuti 34 secondi e 68 decimi i 2 equipaggi dell’istituto, che hanno disputato due manche, stamattina a Vaiano hanno sbaragliato le altre scuole in una agguerrita competizione a bordo dei veicoli in legno e ferro,, fabbricati in parte anche dagli studenti del Marconi stesso.

Secondo il Buzzi (con 8.50.06 minuti), terzo il Cicognini (9.22.75) e quarto il Copernico (9.42.74). Miglior tempo di manche per il Gramsci Keynes, che in una delle manche è riuscito a scendere quasi sotto i 2 minuti.

Soddisfatto il sindaco Primo Bosi che ha parlato di “una giornata, oltretutto baciata da uno splendido sole, che ha visto l’impegno di tutti e soprattutto delle scuole per una manifestazione che, sono sicuro, crescerà in futuro”.

Altrettanto soddisfatti Max Sghedoni, Tiziano Cherubini, Marco Paolieri e Rinaldo Drovandi, cioè Arteautoprato, gli organizzatori della manifestazione in collaborazione con Aci Prato.

“Un successo che si deve all’impegno delle scuole e dell’associazione Astac che ha fatto uno straordinario lavoro – hanno sottolineato - La formula moda e motori inaugurata ieri pomeriggio al Cicognini e lo spettacolo delle auto da rally e d’epoca coniugato con l’adrenalinica corsa dei carretti è sicuramente vincente, noi siamo già pronti alla prossima sfida”.

Ieri pomeriggio al Convitto nazionale Cicognini infatti nello scenario dell’ampio giardino della scuola 25 auto da Rally, i modelli più rappresentativi della stagione d’oro di questo sport, hanno fatto da palcoscenico alla sfilata Auto & Moda.

A ciascuna auto era abbinato un modello o una modella, che indossava gli abiti ideati dagli allievi del liceo artistico Brunelleschi di Montemurlo.

La giuria, composta fra gli altri dalla dirigente del Cicognini Giovanna Nunziata e dal sindaco Matteo Biffoni, ha assegnato il premio - un'opera, in bronzo e marmo lavorati a mano dell'artista Gabriella Furlani - alla coppia composta dalla Ferrari 308 di Alberto Battistolli e dal modello indossato da Caterina Mazzoncini dell’istituto Brunelleschi. La gara di carretti vedeva ventiquattro equipaggi studenteschi a bordo di altrettanti carretti in legno e ferro, fabbricati da Arteautoprato, Astac e dall'istituto Marconi.

Il tracciato di 1,1 km si snoda da Schignano alla Villa del Mulinaccio. La manifestazione ha avuto inizio stamani da Prato, dalla piazza del Collegi.

Un centinaio di vetture di ieri e oggi hanno raggiunto la Val di Bisenzio con tappa al Museo Materia e allo stabilimento dell'azienda Gruppo Colle, main sponsor della manifestazione e percorso per Migliana e Schignano fino alla Villa del Mulinaccio. Il trofeo ha visto la collaborazione di Convitto Nazionale Cicognini, Comuni di Prato e Vaiano, Provincia e associazione Astac Valbisenzio.

La vigilanza sul percorso era affidata all’associazione volontari del centro di scienze naturali di Prato. Coinvolti circa mille studenti di dieci scuole: Convitto Cicognini, Buzzi, Copernico, Dagomari, Datini, Livi, Marconi, Rodari, Gramsci-Keynes e Brunelleschi.

Ragazzi e insegnanti hanno collaborato anche alla realizzazione degli eventi, in attività coerenti ai rispettivi indirizzi: alberghiero, moda, linguistico, grafico, musicale e tecnico.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.