PRATO
Lunedì, 02 Luglio 2018 17:25

Prato, al via i lavori estivi di edilizia scolastica

Il valore complessivo è di 4,2 milioni di euro

PRATO - Finito l'anno scolastico partono i cantieri per la riqualificazione energetica degli edifici. Sarà un'estate di lavori per molte scuole cittadine, tra interventi per anti-incendio, anti-sismica, manutenzione ordinaria e straordinaria.

A questi si aggiungono i cantieri aperti per migliorare l'efficienza energetica di alcuni plessi, con interventi importanti per risistemare interamente gli edifici. Il sindaco Matteo Biffoni e l’assessore all’Ambiente Filippo Alessi questa mattina hanno fatto un sopralluogo alla scuola Marcocci alle Fontanelle e alle Lippi, a Chiesanuova, entrambe al centro di interventi di efficientamento energetico finanziati con i fondi Kyoto.

Tutti gli interventi rientrano nel Piano d’azione per l’energia sostenibile del Comune di Prato: “La scuola è una priorità della nostra attività amministrativa, sia da un punto di vista formativo sia da quello degli investimenti sugli edifici scolastici – sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. Ogni anno investiamo per migliorare le nostre scuole, sia con la manutenzione ordinaria e straordinaria sia con gli ampliamenti e la costruzione di nuovi edifici.

Inoltre, Ufficio ambiente e Pubblica istruzione hanno lavorato a stretto contatto per svolgere i lavori nelle scuole durante l’estate causando minori disagi possibili ai bambini e alle loro famiglie ". Intervento molto complesso alla scuola Lippi, per un investimento totale di 810mila euro. Lo scorso anno erano state coibentate biblioteca e palestra, mentre da oggi sono partiti i lavori per la sostituzione di tutti gli infissi, la coibentazione del tetto e la realizzazione del cappotto terminco.

Analogo intervento alla scuola Marcocci, dove lo scorso anno è stato realizzato il cappotto termico della palestra. Da oggi in corso i lavori per sostituzioni infissi e cappotto termico sull’intero edificio scolastico, oltre alla realizzazione del tunnel con pensilina per l’ingresso degli studenti disabili. Il costo totale dei lavori è di 550mila euro. I finanziamenti. Gli interventi sono coperti attraverso il "Fondo Kyoto”, finanziamento a tasso agevolato (0,25%) istituito dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici di proprietà pubblica, compresi gli asili nido.

Il Comune di Prato ha partecipato al bando riuscendo ad ottenere complessivamente 2.580.000 euro, che vengono investiti per rinforzare la copertura delle scuole e rinnovare gli infissi per garantirne un miglior termoisolamento. L’efficientamento energetico delle scuole e degli edifici pubblici continuerà anche i prossimi anni con ulteriori investimenti. In questa direzione vanno i progetti di riqualificazione energetica presentati alla Regione Toscana per ottenere i finanziamenti dedicati.

Si tratta di interventi per la scuola primaria Alberto Manzi (Iolo), le secondarie Fermi di via Corsani, la primaria Gianni Rodari (Viaccia), l’asilo nido Astrolabio (Prato nord) e l’asilo nido e la scuola primaria di Borgonuovo. Inoltre tra i progetti è previsto l’efficientamento energetico di Palazzo Benassai. Il valore complessivo di questi interventi è di 4,2 milioni di euro, in parte finanziati con i fondi ministeriali del Conto termico (325.377 euro, già concessi), in parte dalla Regione Toscana (richiesti 2,7 milioni, la graduatoria uscirà a settembre) e la restante parte dall’Amministrazione comunale. 

Il Piano d’azione per l’energia sostenibile è un documento che mostra come il Comune di Prato raggiungerà l'obiettivo di riduzione di CO2 entro il 2020. Tra le azioni messe in campo sul fronte degli edifici pubblici rientrano i lavori nelle scuole.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Festa PD Santomato