PRATO

Lunedì, 02 Luglio 2018 14:54

Il corto su Paolina Bonaparte dà il via ad "Apriti Chiostro"

Il film è stato girato all’Isola d’Elba e a Firenze

PRATO - Apriti Chiostro apre ufficialmente la propria programmazione con la proiezione dell’ultimo acclamato lavoro di regia di Massimo Smuraglia: il cortometraggio “Venere Vincitrice”, ispirato alla figura dell’affascinate Paolina Bonaparte, la cui prima si è tenuta al Cinema Eden il 25 giugno scorso.

Il film è stato prodotto e realizzato dalla associazione culturale scuola di cinema Anna Magnani con il contributo di nuovo Imaie. Scritto da Ilaria Mavilla e Gabriele Marco Cecchi, interpretato da Doriana Clemente e Rosario Campisi, diretto da Massimo Smuraglia; il cortometraggio narra una parte importante della vita di Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone, dal momento in cui lascia l’isola d’Elba, dopo la fuga del fratello, al momento in cui stanca e malata, sconvolta dalla sconfitta del fratello, torna dal secondo marito, il Principe Camillo Borghese, che la raccoglierà. Uno spaccato di vita della donna reso unico con flashback, immagini di feste, la statua a lei dedicata da Antonio Canova e molto altro.

Il film è stato girato all’isola d’Elba, a Palazzo Borghese di Firenze, a Villa Gerini a Sesto Fiorentino e all’Accademia di Belle Arti di Firenze, con attori e troupe toscani. Il cortometraggio ha avuto la collaborazione del MIBACT – Polo Museale della Toscana e di Toscana Film Commission.

“Apriti Chiostro non poteva che aprire con questa bella proiezione che vanta cast, produzione e regia pratesi. Da anni il rapporto tra la scuola di cinema, in maniera particolare con Massimo Smuraglia e con Gabriele Marco Cecchi, e il Comune di Vernio si è stretto, grazie a collaborazioni e stima reciproca”- dichiara l’assessore alla cultura Maria Lucarini- “la serata sarà arricchita da un approfondimento a cura della Fondazione CDSE sul rapporto tra Napoleone e lo scultore, Lorenzo Bartolini”.

Ad arricchire ulteriormente la serata sarà appunto il prezioso contributo di Alessia Cecconi, Direttrice della Fondazione CDSE, che approfondirà il legame che per lunghi anni è intercorso tra la famiglia Bonaparte e lo scultore Lorenzo Bartolini, il cui padre era originario della frazione montana di Montepiano.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.