PRATO
Lunedì, 25 Giugno 2018 09:23

Prato, rottamazione multe e imposte: c'è tempo fino a luglio

Il termine ultimo per saldare è il 30 settembre 2018

PRATO - C’è tempo fino al 31 luglio per rottamare i debiti arretrati con il Comune di Prato. Vecchie multe stradali, violazioni su Ici, Imu, Tari, e imposte su pubblicità e suolo pubblico notificate entro il 16 ottobre 2017.

Per chi è rimasto indietro con i pagamenti è possibile saldare i debiti non pagando le sanzioni nel caso delle imposte comunali e azzerando gli interessi per le violazioni del codice della strada. Sori da oggi intensifica la campagna informativa con spot televisivi (in onda su Tv Prato e Toscana Tv) e annunci sui principali media, che spiegano come la procedura possa essere completata on line anche rateizzando i pagamenti.

“All’inizio del 2018, in collaborazione con il Ced del Comune di Prato, abbiamo inviato circa 35mila inviti a contribuenti potenzialmente interessati alla possibilità di rottamare i propri debiti, adesso potenziamo l’impegno per informare i cittadini di questa opportunità che permette anche un risparmio”, spiega il presidente di Sori Alessandro Michelozzi.

La procedura è attiva da un anno e lo sportello on line, sul sito www.so-ri.it, offre un servizio che consente di verificare la propria posizione debitoria, individuare quali sono gli atti ammissibili alla rottamazione e le agevolazioni previste e, soprattutto, eseguire la propria rottamazione online. Il giorno seguente, salvo errori di percorso, il contribuente troverà l’esito nella propria area riservata, corredato dai bollettini postali per il pagamento, (anche con carta di credito). In alternativa si può presentare la dichiarazione direttamente alla Sori o via pec.

In ogni caso si può scegliere se pagare in unica soluzione oppure a rate mensili e in questo caso il termine ultimo per saldare è il 30 settembre 2018. Gli strumenti di pagamento a disposizione dei cittadini sono quindi molteplici: carta di credito con procedura on line, bollettini (stampabili direttamente dal portale), T-Serve, bonifico bancario e sportello Sori, in piazza San Francesco 2.

La rottamazione, o definizione agevolata, è stata introdotta con una legge nazionale nel 2016 e la sua applicazione è obbligatoria per i ruoli esattoriali in riscossione da parte di Equitalia. Il Comune di Prato ha aderito nel gennaio 2017.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Festa PD Santomato