PRATO

Sabato, 16 Giugno 2018 11:23

Chimico per il tessile, il nuovo profilo professionale

E il tecnico di controllo qualità del prodotto tessile

PRATO - C’è un’importante novità nel mondo della formazione per il tessile: il riconoscimento da parte della Regione Toscana del profilo professionale del chimico per i processi tintori e di finissaggio per il tessile-abbigliamento.

"Confindustria Toscana Nord ha lavorato molto per ottenere dalla Regione il riconoscimento della figura del chimico per il settore tessile-abbigliamento – spiega Franco Ciampolini, coordinatore del Gruppo Nobilitazione e lavorazioni tessili della sezione Sistema moda dell’associazione -. Le nostre imprese hanno chiesto con forza che fosse ufficializzata l’esistenza di questa professionalità e che fosse inserita nel repertorio regionale. Una misura necessaria dopo che la riforma degli istituti tecnici aveva cancellato definitivamente l’indirizzo di chimica tessile dal Buzzi, dove era già soppresso, e da tutte le scuole affini".

Un effetto immediato e tangibile del riconoscimento è stato un bando regionale, in scadenza in questi giorni, che associa i finanziamenti del corso per chimico tessile e per un’altra figura di interesse del distretto pratese, quella di tecnico di controllo qualità del prodotto tessile. 

"Il riconoscimento è importante non solo perché consente la messa a disposizione di finanziamenti per i corsi ma anche perché è rassicurante per chi voglia intraprendere questa strada. – conclude Ciampolini - Quella di chimico tessile è una professionalità di livello, con interessanti opportunità occupazionali e di carriera, oltre che fondamentale per le imprese di vari segmenti della filiera del tessile-abbigliamento".

L’interesse delle imprese per la formazione dei chimici tessili è particolarmente forte, tanto che negli anni scorsi le aziende stesse dell’Unione Industriale Pratese, oggi Confindustria Toscana Nord, avevano organizzato in proprio il corso Re-Dye/Ri-Dai! I partecipanti alle due edizioni del corso, giovani e in qualche caso anche meno giovani, avevano trovato quasi tutti occupazione in breve tempo. Con l’uscita dal mondo del lavoro di personale anziano, la necessità di queste figure è oggi ancora più forte.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.