PRATO
Sabato, 09 Giugno 2018 12:09

Riconosciuto il “modello” Camerata strumentale

Deciso dal Ministero dei beni culturali

PRATO - La Camerata strumentale ha ottenuto dal Ministero dei Beni culturali il massimo punteggio di valutazione risultando così prima nell’ambito dei complessi strumentali per il prossimo triennio 2018-2020.

Il riconoscimento nazionale certifica la qualità del progetto proposto dall’orchestra fondato sui principi dell’inclusione, della partecipazione attiva e sulla progettazione artistica che parte sempre da contenuti sociali e ideali e non soltanto dall’antologia di pagine musicali.

Questo risultato è stato conseguito grazie alla fede dei soci della Camerata strumentale, Comune di Prato e Fondazione Cassa di risparmio di Prato, che ne hanno sempre sostenuto il percorso anche in momenti di difficoltà economica.

Nello specifico, i temi che hanno portato a questa valutazione del MIBACT, sono stati il grande lavoro di costruzione del pubblico, che parte dalle situazioni scolari più precoci e arriva sino alle case di riposo e il grande investimento che la città ha fatto sulla musica in quanto motore di aggregazione.

Motivo di grande interesse per la Commissione valutatrice è stato certamente il modello integrativo rappresentato dal Palazzo della musica.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita