PRATO

Venerdì, 01 Giugno 2018 15:09

120 anni dalla nascita di Malaparte: tutti gli eventi

Film, mostre e incontri dal 9 giugno al 23 luglio

PRATO – Dal 9 giugno al 23 luglio una serie di eventi in luoghi significativi della città per rendere omaggio a Curzio Malaparte nel 120esimo anniversario dalla nascita.

Si comincia sabato 9 giugno alla Casa del Popolo di Coiano dove alle 17.30 sarà inaugurata la mostra fotografica Curzio Malaparte, lo sguardo e la parola. La sua Prato tra Coiano, Santa Lucia, Galceti e lo Spazzavento , a cura di Walter Bernardi e Daniele Nuti, con la collaborazione di Mario Barbacci e Piero Berti. Un intrigante viaggio nei luoghi malapartiani della zona nord di Prato dove ai riferimenti topografici di strade, paesi, poggi e ville, si aggiungono i ricordi di alcuni curiosi personaggi di cui lo scrittore aveva tratteggiato il ritratto biografico.

Il secondo appuntamento, sempre sabato 9 giugno alle 21.30 a Palazzo Datini, vedrà la presentazione del libro “Malaparte. Morte come me” di Rita Monaldi e Francesco Sorti (Baldini&Castoldi, 2016), un vero e proprio giallo poliziesco con inquietanti risvolti politici che vede protagonista proprio Malaparte, di cui viene ripercorsa la vita avventurosa.

Il programma prosegue il 13 giugno alle 21.30 alla Casa del Popolo di Coaino con la proiezione del film di Curzio Malaparte Il Cristo proibito introdotto dal giornalista Federico Berti.

Il 14 giugno dalle 16 alle 19 e il 15 giugno dalle 10 alle 13 in sala Conferenze della Biblioteca Lazzerini si terranno invece due giornate di studi dal titolo Malaparte politico e il tramonto delle ideologie.

Sabato 16 giugno si ritorna a Palazzo Datini dove alle 21.30 si terrà il recital di letture teatralizzate di “Maledetti toscani” con Alessandro Calonaci che interpreta Malaparte. Attraverso il capolavoro dell’Arcitoscano per antonomasia, Alessandro Calonaci chiamerà a raccolta altri grandi toscani come Dante e Boccaccio per accompagnare gli spettatori in un percorso coinvolgente che alternerà momenti comici a momenti drammatici, ricalcando il carattere che uno dei più controversi intellettuali del Novecento riconosceva agli abitanti della sua regione.

“Malaparte nel fondo Giorgi” è il titolo dell’incontro con l’archivista Veronica Vestri che si terrà il 28 giugno alle ore 21 in Sala Conferenze della Lazzerini nel quale si parlerà dei documenti sul giovane Curzio negli anni del Convitto Cicognini.

Come da tradizione, giovedì 19 luglio si terrà la Passeggiata a Spazzavento: una camminata al mausoleo di Malaparte sul Monte Le Coste guidati da alcuni accompagnatori del Club Alpino Italiano della sezione Emilio Bertini di Prato, lungo il sentiero CAI n° 10. Il ritrovo è a Villa Filicaia alle ore 7 e il rientro è previsto a Santa Lucia per le ore 12 circa.

Il programma si conclude il 23 luglio con un evento imperdibile, alle ore 21.30 nella Corte delle Sculture della Lazzerini, che vede Marco Baliani in La pelle che indossiamo. Il poliedrico attore, autore e regista che ha dato vita al teatro di narrazione, leggendo alcuni frammenti dell’opera di Malaparte e narrando episodi legati all’autore, conduce gli ascoltatori a esplorare anche “la pelle” di Malaparte, il rivestimento con cui lo scrittore-giornalista-reporter ha protetto la sua figura, inventando, in anticipo sui tempi, un’icona visiva di se stesso.

"Malaparte è di casa nella nostra biblioteca: speriamo di essere riusciti ad allestire un programma ricco di nuovi spunti per conoscere un personaggio controverso ma ancora attuale e sorprendente", conclude Antonio Avitabile, direttore della Biblioteca Lazzerini.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.