PRATO
Martedì, 13 Marzo 2018 13:18

Una donna africana di 31 anni minaccia il suo datore di lavoro con un coltello

PRATO – Ha minacciato il suo datore di lavoro con un coltello. Protagonista una donna 31enne marocchina, che si è avventata su un suo connazionale. Ne è nata una colluttazione e l'uomo è riuscito a disarmarla.

Lei è rimasta ferita a una mano con lo stesso coltello che aveva usato.

E' successo ieri, attorno alle 16 in via Arcangeli, dove una volante è intervenuta per la segnalazione che una donna magrebina armata di coltello aveva minacciato un connazionale in strada, il quale era riuscito insieme a un passante a disarmarla. Sul posto anche il personale sanitario del 118, per prestare le cure del caso alla donna, la quale nell’azione si era ferita a una mano con lo stesso coltello da lei utilizzato. Gli agenti della Polizia hanno identificato i protagonisti e ricostruito la storia. La donna risiede a Prato. E il connazionale che aveva aggredito, per motivi personali legati alla propria sistemazione alloggiativa, è anche il suo datore di lavoro. E' stato sequestrato naturalmente il coltello e per la 31enne è scattata una denuncia in stato di libertà per il reato di minacce aggravate.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Festa PD Santomato