PRATO

Sabato, 24 Febbraio 2018 15:11

A Prato un convegno internazionale sul falso documentale e anticontraffazione

PRATOSi è svolto ieri, nell'auditorium della Camera di Commercio, il quinto Convegno Internazionale sul falso documentale e anticontraffazione, organizzato dalla Polizia municipale di Prato in partnership con la Camera di Commercio.

Hanno partecipato più di trecento operatori di polizie locali e statali. Ai saluti del Presidente della Camera di Commercio espressi da Gianluca Morosi hanno fatto seguito quelli del Comandante Pasquinelli del sindaco di Prato Matteo Biffoni e del Prefetto Rosalba Scialla.

In un clima di grande attenzione che ha caratterizzato tutto lo svolgersi del Convegno terminato alle 17, si sono avvicendati relatori di livello assoluto quali Flora Leoni ,Ufficiale del Comando di PM di prato : il modello Prato, Contraffazione, aspetti e analisi locale; Antonella Allegrini della Banca d’Italia : I sistemi di sicurezza dell’euro e le forme di collaborazione tra la Banca d’Italia e le forze di polizia e polizia locale; Fabrizio Boni del gabinetto regionale di polizia scientifica: approccio al controllo documentale; Luca Bellettati e Davide Caspsoni dell’Unità Falsi Docmentali della Polizia locale di Milano: la falsificazione dei passaporti.

Raoul De Michelis e Fabrizio Natalini (polizie locali di Itri e Pescia): uso e abuso della tecnologia nel controllo documentale; Albert Campmajo commissario capo del Mossos D’esquadra di Barcellona: documenti di circolazione e di trasporto spagnoli; Joseph Bruno di Gucci spa: l’esperienza di Gucci nella difesa dei diritti della proprietà intellettuale; Andras Fiore del National Bureau of Investigation della Polizia Ungherese: la falsificazione documentale in ungheria; Luca Cometti e Daniele Ferrari servizio intelligence e comando guardie di confine Svizzera: il traffico dei veicoli rubati, clonati e modificati.

Colonnello Antonio D’Agostino del Comando provinciale della Guardia Di Finanza di Prato: la tutela del Made in Italy; Leonardo Fabbri Unità Falsi Documentali del Comando di PM di Prato e Andrea Silvi, omologo di Firenze hanno eseguito perizie in diretta servendosi di una sofisticatissima strumentazione di ultima generazione per la valutazione dei documenti. Irene Pratesi è stata l’interprete dei relatori stranieri.

Per tutta la durata del convegno è stato inoltre allestito un laboratorio, diretto da Leonardo Fabbri e Andrea Silvi Antonini, e sono state eseguite in diretta delle perizie documentali con apparecchiature di alto livello.

Il grande successo di pubblico e di critica durante tutte le edizioni, compresa quest’ultima, hanno fatto diventare il Convegno di Prato, un momento di alta formazione ormai irrinunciabile pertanto, l’appuntamento è per febbraio 2019.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.