PRATO
Giovedì, 08 Febbraio 2018 16:04

Prato, 8 operai in nero: maxi multa e sigilli a una ditta di confezioni

PRATO – Un maxi controllo straordinario ha posto sotto sequestro una ditta di confezioni cinese al Macrolotto Zero.

Nell'azienda, sita in via Dalla Chiesa, gestita da un cinese di 58 anni, otto operai a nero e tre clandestini. Per il titolare, che al momento del controllo non era presente, 18 mila euro di multa per i dipendenti non regolarmente assunti ed altri 600 euro di sanzione per la mancata gestione dei registri di carico e scarico rifiuti.

All'operazione di ieri mattina, mercoledì 7 febbraio intorno alle ore 9.30, ha preso parte una squadra interforze composta da personale della divisione Pasi della polizia di Prato, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale, dell'Usl, dell'Ispettorato del Lavoro, di Alia e dell'Inps. I lavoratori clandestini, due uomini e una donna, sono stati portati in Questura per gli accertamenti di rito. La donna, una 38enne, è stata accompagnata al Centro permanenza rimpatri di Roma.

La ditta di confezioni è stata chiusa ed è stata segnalata all'autorità giudiziaria per le condizioni poco salubri del luogo di lavoro oltre che per la violazione delle norme di sicurezza. Al titolare dell'azienda due denunce per favoreggiamento all'immigrazione clandestina e impiego di manodopera irregolare.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.