Contenuto Principale

La Misericordia di Mezzana consegna la “cappa” a otto consorelle e dieci confratelli

PRATO - Mezzana in festa con la Misericordia, che per la prima volta ha vissuto la cerimonia della vestizione.

Questa mattina, nella chiesa parrocchiale di San Pietro, la Confraternita di Mezzana ha consegnato la cappa, tradizionale veste nera dell’antico sodalizio della Misericordia a otto consorelle e dieci confratelli. Il rito si è svolto all’interno della messa festiva celebrata dal parroco e correttore della sezione don Massimo Malinconi. Presenti alla funzione i vertici dell’Arciconfraternita di Prato, con il proposto Gianluca Mannelli e il provveditore Filippo Pratesi e numerosi confratelli e consorelle appartenenti alle sezioni del territorio pratese. In rappresentanza dell’Amministrazione comunale c’era l’assessore ai servizi sociali Luigi Biancalani.

«Abbiamo atteso con gioia questo momento – dice il presidente della Confraternita di Mezzana Giuliano Manzione –, da tempo volevamo vivere anche nella nostra sezione questa cerimonia, che non vuol essere folclore né una semplice tradizione, ma la sottolineatura di una reale e viva appartenenza all’Arciconfratenita e ai suoi valori di riferimento, in particolare il servizio al prossimo».

Questi i nomi dei vestendi mezzanesi: Agnese Bellandi, Massimiliano Bogani, Martina Brunetti, Alain Calcagni, Giulia Cannoni, Roberto Castronovo, Giampaolo Cerbai, Lorenzo D’Elia, Alessia Fiaschi, Silvano Fratoni, Lina Gatì, Luciano Masini, Matteo Nardone, Sara Nardone, Maria Procopio, Barbara Scigliano, Pietro Serafini, Francesco Tortorella.

Il loro ingresso è stato salutato con l’antico ringraziamento della Misericordia: Iddio ve ne renda merito.

Poi, al termine della messa, la festa è proseguita nel piazzale di fronte alla chiesa di Mezzana. Qui il presidente Manzione, il proposto Mannelli e l’assessore Biancalani hanno presenziato all’inaugurazione di due nuovi automezzi in dotazione alla sezione, sui quali è stata impartita la benedizione di don Malinconi. Si tratta di un furgone Nissan Evalia attrezzato per il trasporto disabili e di una automobile Hyundai i10, che sarà utilizzata come vettura di servizio. Con queste due nuove dotazioni il parco mezzi a disposizione di Mezzana sale a tredici veicoli, di cui tre ambulanze per il servizio di emergenza 118. I nuovi acquisti sono stati possibili grazie alla donazione di un benefattore che deciso di restare anonimo e che già in passato ha contributo all’acquisizione di un altro mezzo. La sezione inoltre ringrazia per il sostegno la concessionaria Lenzi Automobili.

Un po’ di numeri e di attività della Confraternita di Mezzana. È una delle sezioni più giovani tra le 26 che compongono l’Arciconfraternita di Prato. È nata nel 1999 ed ha sede in via Viottolo di Mezzana, 120. Nel 2016, grazie all’impegno di sessanta volontari, sono stati compiuti oltre 11mila servizi rivolti alla popolazione. Nei locali della Confraternita trovano spazio ambulatori con medici specialistici, un centro di assistenza fiscale di Confartigianato e il Gruppo Donatori di Sangue della Fratres. Dal 2013 è attivo un punto prelievi in convenzione con l’Asl (dove nel 2016 sono stati praticati oltre 6mila prelievi) ed è presente un servizio di pronto soccorso odontoiatrico festivo completamente gratuito (che lo scorso anno ha svolto più di 600 interventi).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Prato

Lezione di musica elettronica al Pecci

PRATO – Quarto appuntamento - Musica elettronica per Pecci School è in programma…

Reportpistoia su Facebook