PRATO
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 445


Mercoledì, 17 Settembre 2014 16:34

Lavoro irregolare in una ditta di confezioni a Galciana

PRATO – Denuncia per sfruttamento della manodopera irregolare e una multa salata al titolare cinese di una ditta di confezioni.

Nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della manodopera straniera irregolare,  i Carabinieri del Nucleo Operativo Tutela del Lavoro di Roma e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Prato, unitamente a personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Prato e della Polizia Municipale, hanno effettuato un’ispezione all’interno di una ditta di confezioni a Galciana. Per aver irregolarmente occupato ed ospitato presso i locali dell’azienda tre cittadini cinesi sprovvisti di permesso di soggiorno è stato denunciato in stato di libertà il titolare Z.C., 44enne, nato in Cina, residente a Prato e in relazione alla percentuale di lavoro sommerso riscontrato sul totale della forza lavoro, è stata disposta la sospensione dell’attività lavorativa nei confronti dell’azienda. In totale sono state elevate sanzioni amministrative per circa 43mila euro.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.