PRATO
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 445


Martedì, 16 Settembre 2014 15:18

Incidenti e feriti in calo sulla SR 325: a ottobre riapre il cantiere del secondo lotto

 

PRATO – Dodici chilometri di strada, da La Briglia fino a Mercatale di Vernio, sono al centro degli importanti interventi del secondo lotto di lavori che interessano la regionale 325.

Un asse portante della viabilità nella Val di Bisenzio per la quale la Provincia ha investito 21,5 milioni di euro. Ma i lotti per gli interventi di adeguamento e messa in sicurezza della strada sono complessivamente due, oltre al secondo – di cui la Provincia è stazione appaltante – nel prossimo mese ripartirà anche il primo, di cui è responsabile l'ANAS, e per il quale la Provincia ha firmato il 4 settembre scorso l'assegnazione dei lavori alla ditta vincitrice del bando di gara.

 

Il punto sulla situazione delle opere in fase di conclusione e in corso di attivazione è stato fatto questa mattina a palazzo Buonamici dall'assessore provinciale alle Infrastrutture Ivano Menchetti insieme al sindaco di Vaiano Primo Bosi e di Vernio Giovanni Morganti. Insieme all'aggiornamento del cronoprogramma, che si conferma in linea con le scadenze previste, sono stati presentati anche alcuni numeri sugli incidenti stradali, che dal 2008 al 2013 risultano in calo anche riguardo al numero dei feriti.

 

“La diminuzione degli incidenti è un ottimo risultato, ma non basta – ha dichiarato Menchetti – Puntiamo ad azzerare questo dato.” E probabilmente gli effetti positivi degli interventi già conclusi lungo la regionale iniziano a farsi sentire.

 

I NUMERI SU INCIDENTI E SICUREZZA - Registrati dal Centro di monitoraggio provinciale SIRSS (Sistema integrato regionale per la Sicurezza stradale) gestito dalla Provincia di Prato, i numeri 2013 dicono che sulla SR 325 si sono verificati 35 sinistri che hanno determinato il ferimento di 61 persone. Si tratta di un dato in calo rispetto all'anno precedente, quando gli incidenti sono stati 42 e 74 i feriti coinvolti. Sebbene si tratti di variazioni non sostanziali c'è da tenere in considerazione il fatto che il trend è in diminuzione fin dal 2010, quando gli incidenti furono 51 e i feriti 77. L'analisi dei dati si ferma al 2013, è infatti tutt'ora in fase di raccolta il primo semestre del 2014. Attualmente in Val di Bisenzio, considerando i tre Comuni di Vaiano, Vernio e Cantagallo, risiedono circa ventimila persone (19.187 complessivamente al 31 dicembre 2013, 9.913 a Vaiano, 6.118 a Vernio e 3.156 a Cantagallo). Per quanto riguarda Vaiano il sindaco Bosi ha sottolineato come il “Comune, grazie alla partecipazione al bando regionale, oltre agli interventi della Provincia potrà realizzare alcuni miglioramenti a La Briglia con modifiche all'ingresso, grazie ai rallentatori, e una rivisitazione complessiva della mobilità e dei parcheggi.”

 

“Parlo da pendolare e oggettivamente devo dire che la viabilità sulla 325 negli ultimi anni è migliorata – ha detto Morganti – Certo è necessario continuare a investire in sicurezza ma gli effetti sono tangibili.” Prossimo passo per Vernio sarà il posizionamento di due autovelox a San Quirico e Terrigoli. La pratica è ancora in fase di approvazione da parte della Prefettura e una conclusa questa fase prenderà il via l'iter per l'acquisizione degli apparecchi. Complessivamente diventeranno quindi sei gli autovelox installati lungo la 325 e utili a contenere la velocità, soprattutto in aree abitate e dove si muovono i pedoni. Gli altri quattro si trovano a Santa Lucia, La Tignamica, Usella e Carmignanello.

I LAVORI DEL SECONDO LOTTO - Ma vediamo il dettaglio dei lavori in programma lungo la strada, interventi che si snodano nei tre comuni della vallata e interessano l'allargamento della carreggiata esistente, sia per adeguare la larghezza delle corsie di marcia, sia per realizzare la banchina e la messa in sicurezza di alcuni punti pericolosi grazie alla realizzazione di rotonde utili a rallentare la velocità dei mezzi e regolare gli incroci, e la realizzazione di camminamenti pedonali. Già conclusi gli interventi di Gabolana, testa di ponte del secondo lotto dei lavori, rimane da completare solo l'installazione della pubblica illuminazione che avverrà a breve. In fase di completamento è la realizzazione delle opere in prossimità di Usella, nei pressi dell'Artcolor e sul tratto di Terrigoli. Proseguono, nel rispetto del cronoprogramma stabilito, gli interventi di adeguamento della SR 325 nel tratto di USELLA.

I lavori, nei pressi di villa Guicciardini e in corrispondenza dell'incrocio della SR 325 con via di Migliana, una volta conclusi risolveranno i problemi di un incrocio altamente a rischio. Attualmente vengono effettuate le opere sul lato Bisenzio, tra le quali la nuova regimazione delle acque di piattaforma e il nuovo tratto di marciapiede, che avrà una lunghezza di circa 400 metri. I lavori proseguiranno con l'allargamento della sede stradale di 3,5 metri, anche lungo la diritta fino all'abitato di Usella. Per il completamento serviranno ancora circa due mesi, ma a breve sarà installata la torre faro sulla rotatoria. Intanto va avanti con Enel la valutazione dei costi di spostamento del traliccio in corrispondenza della curva che è interessata dal futuro allargamento. Sempre a USELLA sono in fase di completamento gli interventi per la realizzazione dei muri di sottoscarpa al campo da calcio, propedeutici per l'allargamento della carreggiata. Una volta conclusi si procederà con quelli lato Ponte di Colle e poi sarà realizzato l'allargamento lato monte rispetto al Ponte di Colle con tecniche di ingegneria geotecnica analoghe a quelle utilizzate per la grande frana de La Pusignara. Tutte opere che consentiranno di creare un nuovo tracciato della 325 di circa un chilometro con la rotatoria di ingresso all'area industriale e sportiva. L'attuale sede stradale rimarrà di servizio per le abitazioni che adesso si trovano a lato monte.

A CANTAGALLO sta procedendo la realizzazione del muro di monte in corrispondenza dell'Artcolor (dopo Carmignanello in direzione di Vernio). Fino al completamento delle opere, previsto per dicembre 2014, continuerà a essere in funzione il semaforo che regola il senso unico alternato. Tutti gli interventi del secondo lotto, al fine di minimizzare i disagi al traffico, prevedono al massimo l'installazione di un solo senso unico alternato per volta. Nei lavori del secondo lotto rientra anche l'asfaltatura con predisposizione di nuova segnaletica orizzontale realizzata a luglio 2014 tra Montepiano e La Pusignara di Vernio (circa 3 km di strada completamente risanata).

A VAIANO una delle parti più consistenti dei lavori del secondo lotto si è completata nel luglio scorso, con l'inaugurazione del tratto di regionale che segna l'ingresso a Vaiano. Un chilometro di strada che ha richiesto un lavoro complesso con l'allargamento della carreggiata a valle e a monte, oltre alla ricostruzione del muro di sostegno e la predisposizione di due nuove isole di fermata per gli autobus. Il nuovo tratto va dalla rotonda di Gabolana al campo da calcio, in direzione Vaiano, dal km.67,4 al 68,2 è costato 2,5 milioni di euro. Fra gli interventi realizzati anche l'allargamento del ponticello sul fosso Spinaie, con la messa in sicurezza idraulica del fosso stesso. Compresa nei lavori anche la sistemazione dell'intera area sottostante l'impianto sportivo da calcio con la riprofilatura delle scarpate e l'inserimento di nuove recinzioni. Gli interventi hanno interessato anche circa 800 metri di nuovo marciapiede e 1.000 metri di nuovo guard rail, mentre nei prossimi giorni saranno installati i nuovi pali della pubblica illuminazione. E' stata realizzata anche la sistemazione idraulica dell'intera area, con nuove fognature e nuovi recapiti per le acque provenienti da monte. A breve, tenuto conto dell'incremento di traffico che ha interessato la viabilità comunale verso via Buricchi a causa dei lavori sulla SR 325, e non appena Publiacqua terminerà i lavori di competenza, la Provincia provvederà al rifacimento dell'asfalto e delle segnaletica orizzontale sulla viabilità comunale interessata dalla deviazione del traffico.

 

I LAVORI DEL PRIMO LOTTO – Dopo la firma dell'assegnazione dei lavori il 4 settembre i tecnici della Scae srl – vincitrice del bando di gara Anas - hanno effettuato nei giorni scorsi un sopralluogo per stimare la partenza del cantiere. Già un anno fa, nel luglio 2013, la Provincia aveva dato l'assenso alla nuova progettazione degli interventi necessari alla conclusione del primo lotto. Al momento non c'è ancora una data certa la riapertura dei lavori, si presume nel mese di ottobre, ma la Provincia sta mediando con gli assegnatari per una ripresa veloce degli interventi che dovrebbero concludersi entro 500 giorni. Le opere da completare comprendono la rotonda de La Cartaia, l'allargamento della carreggiata nel tratto de Le Coste e alla Dogana oltre alla sistemazione del tratto compreso fra La Cartaia e La Foresta con allargamento e sistemazione dell'incrocio.

 

PRATO – Dodici chilometri di strada, da La Briglia fino a Mercatale di Vernio, sono al centro degli importanti interventi del secondo lotto di lavori che interessano la regionale 325. Un asse portante della viabilità nella Val di Bisenzio per la quale la Provincia ha investito 21,5 milioni di euro. Ma i lotti per gli interventi di adeguamento e messa in sicurezza della strada sono complessivamente due, oltre al secondo – di cui la Provincia è stazione appaltante – nel prossimo mese ripartirà anche il primo, di cui è responsabile l'ANAS, e per il quale la Provincia ha firmato il 4 settembre scorso l'assegnazione dei lavori alla ditta vincitrice del bando di gara.

Il punto sulla situazione delle opere in fase di conclusione e in corso di attivazione è stato fatto questa mattina a palazzo Buonamici dall'assessore provinciale alle Infrastrutture Ivano Menchetti insieme al sindaco di Vaiano Primo Bosi e di Vernio Giovanni Morganti. Insieme all'aggiornamento del cronoprogramma, che si conferma in linea con le scadenze previste, sono stati presentati anche alcuni numeri sugli incidenti stradali, che dal 2008 al 2013 risultano in calo anche riguardo al numero dei feriti.

La diminuzione degli incidenti è un ottimo risultato, ma non basta – ha dichiarato Menchetti – Puntiamo ad azzerare questo dato.” E probabilmente gli effetti positivi degli interventi già conclusi lungo la regionale iniziano a farsi sentire.

I NUMERI SU INCIDENTI E SICUREZZA - Registrati dal Centro di monitoraggio provinciale SIRSS (Sistema integrato regionale per la Sicurezza stradale) gestito dalla Provincia di Prato, i numeri 2013 dicono che sulla SR 325 si sono verificati 35 sinistri che hanno determinato il ferimento di 61 persone. Si tratta di un dato in calo rispetto all'anno precedente, quando gli incidenti sono stati 42 e 74 i feriti coinvolti. Sebbene si tratti di variazioni non sostanziali c'è da tenere in considerazione il fatto che il trend è in diminuzione fin dal 2010, quando gli incidenti furono 51 e i feriti 77. L'analisi dei dati si ferma al 2013, è infatti tutt'ora in fase di raccolta il primo semestre del 2014. Attualmente in Val di Bisenzio, considerando i tre Comuni di Vaiano, Vernio e Cantagallo, risiedono circa ventimila persone (19.187 complessivamente al 31 dicembre 2013, 9.913 a Vaiano, 6.118 a Vernio e 3.156 a Cantagallo).

Per quanto riguarda Vaiano il sindaco Bosi ha sottolineato come il “Comune, grazie alla partecipazione al bando regionale, oltre agli interventi della Provincia potrà realizzare alcuni miglioramenti a La Briglia con modifiche all'ingresso, grazie ai rallentatori, e una rivisitazione complessiva della mobilità e dei parcheggi.”

Parlo da pendolare e oggettivamente devo dire che la viabilità sulla 325 negli ultimi anni è migliorata – ha detto Morganti – Certo è necessario continuare a investire in sicurezza ma gli effetti sono tangibili.” Prossimo passo per Vernio sarà il posizionamento di due autovelox a San Quirico e Terrigoli. La pratica è ancora in fase di approvazione da parte della Prefettura e una conclusa questa fase prenderà il via l'iter per l'acquisizione degli apparecchi. Complessivamente diventeranno quindi sei gli autovelox installati lungo la 325 e utili a contenere la velocità, soprattutto in aree abitate e dove si muovono i pedoni. Gli altri quattro si trovano a Santa Lucia, La Tignamica, Usella e Carmignanello.

I LAVORI DEL SECONDO LOTTO - Ma vediamo il dettaglio dei lavori in programma lungo la strada, interventi che si snodano nei tre comuni della vallata e interessano l'allargamento della carreggiata esistente, sia per adeguare la larghezza delle corsie di marcia, sia per realizzare la banchina e la messa in sicurezza di alcuni punti pericolosi grazie alla realizzazione di rotonde utili a rallentare la velocità dei mezzi e regolare gli incroci, e la realizzazione di camminamenti pedonali. Già conclusi gli interventi di Gabolana, testa di ponte del secondo lotto dei lavori, rimane da completare solo l'installazione della pubblica illuminazione che avverrà a breve. In fase di completamento è la realizzazione delle opere in prossimità di Usella, nei pressi dell'Artcolor e sul tratto di Terrigoli.

Proseguono, nel rispetto del cronoprogramma stabilito, gli interventi di adeguamento della SR 325 nel tratto di USELLA. I lavori, nei pressi di villa Guicciardini e in corrispondenza dell'incrocio della SR 325 con via di Migliana, una volta conclusi risolveranno i problemi di un incrocio altamente a rischio. Attualmente vengono effettuate le opere sul lato Bisenzio, tra le quali la nuova regimazione delle acque di piattaforma e il nuovo tratto di marciapiede, che avrà una lunghezza di circa 400 metri. I lavori proseguiranno con l'allargamento della sede stradale di 3,5 metri, anche lungo la diritta fino all'abitato di Usella. Per il completamento serviranno ancora circa due mesi, ma a breve sarà installata la torre faro sulla rotatoria. Intanto va avanti con Enel la valutazione dei costi di spostamento del traliccio in corrispondenza della curva che è interessata dal futuro allargamento. Sempre a USELLA sono in fase di completamento gli interventi per la realizzazione dei muri di sottoscarpa al campo da calcio, propedeutici per l'allargamento della carreggiata. Una volta conclusi si procederà con quelli lato Ponte di Colle e poi sarà realizzato l'allargamento lato monte rispetto al Ponte di Colle con tecniche di ingegneria geotecnica analoghe a quelle utilizzate per la grande frana de La Pusignara. Tutte opere che consentiranno di creare un nuovo tracciato della 325 di circa un chilometro con la rotatoria di ingresso all'area industriale e sportiva. L'attuale sede stradale rimarrà di servizio per le abitazioni che adesso si trovano a lato monte.

A CANTAGALLO sta procedendo la realizzazione del muro di monte in corrispondenza dell'Artcolor (dopo Carmignanello in direzione di Vernio). Fino al completamento delle opere, previsto per dicembre 2014, continuerà a essere in funzione il semaforo che regola il senso unico alternato. Tutti gli interventi del secondo lotto, al fine di minimizzare i disagi al traffico, prevedono al massimo l'installazione di un solo senso unico alternato per volta. Nei lavori del secondo lotto rientra anche l'asfaltatura con predisposizione di nuova segnaletica orizzontale realizzata a luglio 2014 tra Montepiano e La Pusignara di Vernio (circa 3 km di strada completamente risanata).

A VAIANO una delle parti più consistenti dei lavori del secondo lotto si è completata nel luglio scorso, con l'inaugurazione del tratto di regionale che segna l'ingresso a Vaiano. Un chilometro di strada che ha richiesto un lavoro complesso con l'allargamento della carreggiata a valle e a monte, oltre alla ricostruzione del muro di sostegno e la predisposizione di due nuove isole di fermata per gli autobus. Il nuovo tratto va dalla rotonda di Gabolana al campo da calcio, in direzione Vaiano, dal km.67,4 al 68,2 è costato 2,5 milioni di euro. Fra gli interventi realizzati anche l'allargamento del ponticello sul fosso Spinaie, con la messa in sicurezza idraulica del fosso stesso. Compresa nei lavori anche la sistemazione dell'intera area sottostante l'impianto sportivo da calcio con la riprofilatura delle scarpate e l'inserimento di nuove recinzioni. Gli interventi hanno interessato anche circa 800 metri di nuovo marciapiede e 1.000 metri di nuovo guard rail, mentre nei prossimi giorni saranno installati i nuovi pali della pubblica illuminazione. E' stata realizzata anche la sistemazione idraulica dell'intera area, con nuove fognature e nuovi recapiti per le acque provenienti da monte. A breve, tenuto conto dell'incremento di traffico che ha interessato la viabilità comunale verso via Buricchi a causa dei lavori sulla SR 325, e non appena Publiacqua terminerà i lavori di competenza, la Provincia provvederà al rifacimento dell'asfalto e delle segnaletica orizzontale sulla viabilità comunale interessata dalla deviazione del traffico.

I LAVORI DEL PRIMO LOTTO – Dopo la firma dell'assegnazione dei lavori il 4 settembre i tecnici della Scae srl – vincitrice del bando di gara Anas - hanno effettuato nei giorni scorsi un sopralluogo per stimare la partenza del cantiere. Già un anno fa, nel luglio 2013, la Provincia aveva dato l'assenso alla nuova progettazione degli interventi necessari alla conclusione del primo lotto. Al momento non c'è ancora una data certa la riapertura dei lavori, si presume nel mese di ottobre, ma la Provincia sta mediando con gli assegnatari per una ripresa veloce degli interventi che dovrebbero concludersi entro 500 giorni. Le opere da completare comprendono la rotonda de La Cartaia, l'allargamento della carreggiata nel tratto de Le Coste e alla Dogana oltre alla sistemazione del tratto compreso fra La Cartaia e La Foresta con allargamento e sistemazione dell'incrocio.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.