MONTEMURLO

Mercoledì, 10 Aprile 2019 15:41

Le assunzioni volano nel tessile: +20% di avviamenti

I dati diffusi ieri nel consiglio comunale aperto alla Comistra

MONTEMURLO - Nel corso del consiglio comunale aperto nell'azienda Comistra di via Scarpettini sui temi del nuovo sviluppo di Montemurlo e del ricambio generazionale, si è parlato anche della crescita occupazionale del territorio. A fotografare la situazione sono arrivati i dati illustrati dal direttore di Fil- Centro per l'Impiego di Prato Michele Del Campo, che ha fatto un'analisi di cosa è successo negli ultimi cinque anni nel mercato del lavoro montemurlese.

Facendo un confronto tra Montemurlo e il resto della provincia  si nota che negli ultimi cinque anni sotto la Rocca ci sono stati notevoli avviamenti al lavoro pari ad un +5% rispetto al territorio provinciale. Se prendiamo in esame il solo 2018 si vede che la movimentazione occupazionale è per la maggior parte al maschile.

Il settore che ha conosciuto un maggior sviluppo è quello tessile, infatti, nel 2018 Montemurlo ha avuto avviamenti al lavoro di 20 punti superiori avvenuti nel resto della provincia di Prato. Se nel periodo 2014-2017 il trend di crescita è stato più lento (+ 6 punti in confronto alla provincia), nel 2018 Montemurlo ha conosciuto una vera “esplosione” in termini occupazionali nel settore industriale - tessile.

Il 28 % degli avviamenti sono giovani (la percentuale più alta della provincia), mentre le assunzioni di over 60 sono molto inferiori, segno che l'età media del mondo del lavoro montemurlese è più bassa che altrove. I dati inoltre ci dicono che a Montemurlo lavorano più italiani che immigrati: gli avviamenti di italiani a Montemurlo sono pari al 62% mentre nel resto della provincia la percentuale scende al 52%. A Montemurlo, poi, i cinesi movimentano meno che nel resto della provincia, mentre gli extra comunitari (esclusa la componente cinese) movimentano a Montemurlo più che altrove. Parlando di contratti di lavoro a Montemurlo esistono più contratti a tempo determinato eed è molto diffusa e utilizza a la tipologia del contratto di apprendistato con più quattro punti rispetto al resto della provincia, segno dell'attenzione verso l'inserimento della componente giovanile nel mondo del lavoro.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.