MONTEMURLO

Martedì, 22 Gennaio 2019 17:35

Centro cittadino di Montemurlo, iniziano i lavori

Atteso da 30 anni, cambierà per sempre il volto del territorio

MONTEMURLO - Sono partiti in questi giorni i lavori preliminari all'apertura del cantiere per la creazione del nuovo centro cittadino di Montemurlo, un lavoro che la città attende da oltre un trentennio e che cambierà per sempre il volto del territorio.

Gli interventi, inseriti nel Piu, piano di innovazione urbana, partiranno dalla riqualificazione della piazza della Libertà - attraverso la sistemazione della pista ex Stella Verde - per un valore di 250 mila euro più 65 mila per la realizzazione della nuova viabilità e parcheggi.

Per dare avvio al vero e proprio cantiere, che sarà aperto a febbraio, l'amministrazione ha provveduto in questi giorni a togliere due vecchi pali della pubblica illuminazione, altrettanti della Telecom e uno dell' Enel che si trovavano in prossimità di piazza della Libertà. Interventi propedeutici indispensabili per consentire alla ditta che si è aggiudicata l'appalto, di poter procedere alla sistemazione della pista ex Stella Verde e alla realizzazione di un collegamento tramite una gradinata tra la sede “zero” della via Montalese e piazza della Libertà.

"L'eliminazione dei vecchi pali dalla piazza è il primo passo che porterà a breve all'apertura del vero e proprio cantiere di lavoro in piazza della Libertà" spiega l'assessore ai lavori pubblici, Simone Calamai. Ma se in piazza della Libertà i vecchi lampioni vengono tolti per far spazio ai lavori, ne arrivano di nuovi in varie parti della città.

Il Comune di Montemurlo, infatti, ha dato il via a diversi interventi di ampliamento della rete di pubblica illuminazione, lavori che si aggiungono a quelli di sostituzione dei vecchi lampioni con tecnologia a led tutt'ora in corso a Bagnolo e Oste. Partendo da Montemurlo nuovi faretti illuminano le opere d'arte contemporanea che arredano la rotonda tra via Rosselli e la via Nuova Provinciale Montalese: "In particolare abbiamo ripulito la teca in vetro dove si trova il telaio e l'abbiamo illuminata con nuovi faretti per valorizzare “il telaio” il simbolo per eccellenza dell'operosità del nostro Comune e dei montemurlesi", prosegue Calamai.

Sette nuovi lampioni, inoltre, illuminano l'ingresso della città per chi proviene dalla Seconda Tangenziale. L'amministrazione comunale ha provveduto, infatti, ad installare nuovi punti luce in via Boito tra il confine con il Comune di Prato e il ramo di via Boito per via Palarciano. Completata anche l'illuminazione pubblica su via delle Lame – via Labriola tra il confine con il Comune di Prato e l'inizio del tratto già illuminato.

Spostandosi, invece, verso la frazione di Bagnolo in questi giorni sono in corso i lavori di sostituzione dei vecchi pali della pubblica illuminazione, ormai vetusti, con nuovi lampioni in grado di garantire decoro e una buona illuminazione di tutta l'area.

L'intervento riguarda la zona tra il confine con il Comune di Prato e via Lippi. Restando a Bagnolo, in piazza Bini, a breve saranno sostituiti i corpi illuminanti della piazza con nuove lampade a led per dare omogeneità all'area, dove, durante le settimane scorse, sono già stati sostituiti i corpi illuminanti con i led su via Salvemini e via Arezzo.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.