MONTEMURLO

Mercoledì, 16 Gennaio 2019 15:26

Festa di Sant’Antonio all’Oratorio del Mulinaccio

Sabato 19 gennaio a partire dalle 15 

VAIANO – Da secoli alla villa del Mulinaccio si festeggia Sant’Antonio, qualcuno ancora ricorda di quando la fattoria il 17 gennaio organizzava la benedizione degli animali fuori dalla cappella. Dopo la messa una lunga e ordinata fila di cavalli, mucche ed altri animali, agghindati per l’occasione, attendevano il sacerdote davanti alla facciata dell’oratorio, su cui campeggia la statua del patrono degli animali.

Ebbene sabato 19 gennaio a partire dalle 15 la tradizione si rinnova all’Oratorio della villa, Casa della Memoria di Filippo Sassetti (via della Fattoria 4). Dopo la funzione celebrata dal parroco di Vaiano don Marco Locati in onore di Sant’Antonio Abate, si terrà la tradizionale benedizione degli animali, del fieno e delle biade e la distribuzione del panino benedetto. La tradizione diventa anche l'occasione per visitare l’oratorio della Villa, capolavoro del barocchetto pratese dove si conservano interessanti opere d’arte: all’altar maggiore è una bella tela del 1845 del pittore pratese Antonio Marini, raffigurante La Madonna col Bambino in trono tra San Giovanni Evangelista e Sant’Antonio Abate.

Ad esso fanno da pendant due statue barocche raffiguranti la Madonna Immacolata e Sant’Antonio da Padova. L'evento è organizzato dal Museo della Badia di Vaiano in collaborazione con il Comune di Vaiano, l’associazione Pro Museo della Badia di Vaiano e la Parrocchia di San Salvatore. Per informazioni Adriano Rigoli, coordinatore del Museo della Badia, 328 6938733, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.