MONTEMURLO

Venerdì, 28 Dicembre 2018 08:44

Il Winter camp dei Lions Club parte da Montemurlo

Nella foto i ragazzi con il sindaco Lorenzini, Loriana Fordi e Andrea Cautillo Nella foto i ragazzi con il sindaco Lorenzini, Loriana Fordi e Andrea Cautillo

Un'iniziativa che vede giovani provenienti da tutto il mondo

MONTEMURLO - Il 27 dicembre nel salone consiliare del Comune di Montemurlo si è svolta la cerimonia inaugurale del Winter Camp Italia del Lions Club, un'importante iniziativa internazionale promossa dai soci di tutti i Lions Club italiani, che dà la possibilità a giovani provenienti da tutto il mondo di vivere un'esperienza di condivisione e amicizia alla scoperta del Bel Paese.

Il sindaco di Montemurlo Mauro Lorenzini, insieme alla responsabile del Campo, Loriana Fiordi e al presidente del Lions Club Montemurlo, Andrea Cautillo, hanno aperto la cerimonia inaugurale del Winter Camp dando il benvenuto ai trenta ragazzi provenienti da Cina, Giappone, Germania, Francia, Ungheria, Argentina, Usa, Australia, Turchia e Brasile che per circa due settimane saranno ospiti di famiglie montemurlesi e viaggeranno in Toscana e nel resto d'Italia (Roma, Venezia, Modena).

«Vedendo insieme tutti questi ragazzi provenienti da ogni parte del mondo, speranza è che iniziative come questa possano aiutare a costruire un futuro di pace. - ha detto il sindaco Lorenzini durante il suo intervento di saluto – Per il Comune di Montemurlo è un grande onore aver potuto ospitare la cerimonia inaugurale di questo campo che tiene alti i valori di solidarietà e fratellanza».

Erano inoltre presenti alla cerimonia e hanno portato il loro saluto il comandante della Polizia Municipale di Montemurlo, Gioni Biagioni, Francesco Messineo e Francesco Cupidi del Cisom Montemurlo, Lorenzo Conti e Aurora Bartolini dei Leo Montemurlo e Alessandra Colzi e Virginia Giudici del Lions Club Montemurlo. Dopo la visita al municipio con tanto di foto di gruppo, i ragazzi del Winter Camp, accompagnati dai volontari del Cisom – Ordine di malta di Montemurlo sono saliti alla Rocca dove hanno visitato il castello e la Pieve di San Giovanni Decollato, nella quale in questi giorni di festa si possono ammirare oltre cinquanta presepi artistici.

Il saluto per tutti è stato in canonica con un pranzo tipico toscano.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.