MONTEMURLO

Lunedì, 17 Dicembre 2018 16:26

Come l’araba fenice, la Com-ital è rinata dalle proprie ceneri

Nel gennaio 2016 un incendio aveva devastato l'azienda

MONTEMURLO - Come l'araba fenice, la Com-ital di via dell'Artigianato 28 a Montemurlo è rinata dalle proprie ceneri ad appena due anni di distanza dall'incendio che il 7 gennaio 2016 l'aveva completamento distrutta.

Ad andare in fumo, quel giorno, furono oltre 4mila metri quadrati tra magazzini e uffici della storica azienda di materie prime plastiche. Ciò che invece il fuoco non riuscì a distruggere fu la ferrea volontà della famiglia Nutini di ripartire, proprio li dove tutto era iniziato nel lontano 1971.

E così è stato. Dopo due anni di lavori la Com - Ital è rinata, più bella e più forte che mai. Sabato scorso, 15 dicembre, si è svolta l'inaugurazione ufficiale dei nuovi uffici e del magazzino, alla quale ha partecipato anche il sindaco Mauro Lorenzini: “Ricordo benissimo quel giorno di due anni fa quando sono arrivato in via dell'Artigianato e ho visto le fiamme che divoravano l'azienda e i pompieri che combattevano per strappare al fuoco i tanti anni di lavoro. Con me ad assistere alla tragica scena, immobile ed attonito sul marciapiede, c'era il titolare, Paolo Nutini, che continuava a ripetermi 'Non ci piegheremo, ripartiremo'. Così è stato. La Com-ital è più bella che mai, un'azienda moderna, dinamica che è un orgoglio e una ricchezza per il nostro territorio. Partecipare ad una rinascita è sempre un momento emozionante e devo ringraziare la famiglia Nutini per aver continuato a credere e ad investire sulle potenzialità di Montemurlo”.

L'azienda ha un fatturato annuo di oltre 100 milioni di euro, occupa 44 persone di cui 30 solo nella sede centrale di Montemurlo, dove si trovano il magazzino e gli uffici amministrativi. Sei le sedi distaccate in Piemonte, Veneto e Lombardia. La Com-Ital è attualmente uno dei più grandi distributori di materie prime plastiche in Italia. Dopo l'incendio del gennaio 2016 la Com-Ital non ha mai smesso di operare e gli uffici sono sempre rimasti a Montemurlo in una sede provvisoria in via Lamarmora.

“La nostra volontà è sempre stata quella di ripartire dalla sede storica di via dell'Artigianato a Montemurlo dove siamo nati nel 1971.- dice il presidente del cda della Com-ital, Paolo Nutini - Per questo abbiamo reinvestito tutto sull'azienda e sul territorio, perché è qui che vogliamo continuare a crescere e a lavorare”. Il nuovo stabilimento della Com-Ital, oltre ad essere bello esteticamente, è efficiente dal punto di vista energetico ed ecosostenibile. Sul tetto del nuovo magazzino sono stati installati pannelli fotovoltaici per garantire l'autosufficienza energetica e tutte le luci sono a led e dunque a basso consumo.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.