MONTEMURLO

Mercoledì, 17 Ottobre 2018 15:53

Crollo muro Poggio a Caiano: autisti non ancora risarciti

Scelta civica sollecita l'Amministrazione comunale

POGGIO A CAIANO - A oltre diciannove mesi dal crollo del muro della Villa Medicea di Poggio a Caiano, i proprietari delle auto che rimasero schiacciate sotto i detriti di fango, sassi e mattoni, devono ancora essere risarciti del danno subito. Il partito Scelta civica, nel settembre dell’anno scorso, chiese all’allora sindaco Marco Martini e al presidente della Regione Enrico Rossi, per quanto di loro competenza, di adoperarsi affinché ci fosse un immediato ristoro dei danni.

Il problema però rimane e oggi Scelta civica chiede al nuovo sindaco Francesco Puggelli cosa stia facendo per quelle persone che da oltre un anno e mezzo sono in attesa del risarcimento. L’Avvocatura dello Stato ha chiesto ai danneggiati gli ultimi tagliandi di revisione delle auto. Fogli ovviamente rimasti fra le lamiere contorte e mischiati a fango e sassi.

Per Scelta Civica si tratta probabilmente di un altro tentativo di cercare di non pagare o, quantomeno, di farlo il più tardi possibile e con la minor spesa possibile. I proprietari delle auto distrutte nel crollo hanno già da tempo presentato le loro richieste di risarcimento ma senza ricevere risposte se non quelle legate alle nuove incombenze da fare e al fatto che verrà applicato il listino Eurotax, ovvero il mero valore di mercato senza prender in considerazione i mille disagi di chi da un momento all’altro si è trovato senza auto e con la necessità di dover svolgere le solite mansioni di tutti i giorni.

La necessità di acquistare un nuovo veicolo, e i tanti giorni trascorsi in emergenza non saranno presi in considerazione dallo Stato. Scelta civica invita dunque la nuova amministrazione di Poggio a Caiano ad essere più solerte e forte nel chieder allo Stato il risarcimento per i suoi cittadini.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.