PRATO PROVINCIA

Mercoledì, 10 Ottobre 2018 16:52

“Enjoy”, a Bagnolo il kebab simbolo di integrazione

Asim ha quattro dipendenti, di cui tre italiani

BAGNOLO - Compie dieci anni “Enjoy”, l'attività di Doner kebab di Asim Imran in via Labriola, 2 a Bagnolo.

Un punto di riferimento per i montemurlesi, soprattutto giovani ma anche famiglie, che qui trovano i gustosi panini o il pane arabo ripieni con il kebab, cotto sullo spiedo verticale rotante, ma anche pizze preparate da un pizzaiolo napoletano doc, merende dolci e la rosticceria indiana.

Un locale che si è conquistato fiducia e simpatia grazie alla qualità dei prodotti e all'affabilità del proprietario, Asim, che ad appena 28 anni vanta già dieci anni di attività imprenditoriale.

"Sono arrivato in Italia dal Pakistan nel 2003 insieme ai miei genitori, che abitano al Mulino, frazione di Montemurlo, e ai miei otto fratelli. Ho frequentato a Prato le scuole medie e poi mi sono diplomato al Marconi indirizzo metalmeccanico, ma la mia passione è sempre stata un'altra. Quando facevo le superiori la sera, dopo la scuola, andavo a dare una mano in locali di connazionali (pizzerie, kebab) ed così che ho fatto esperienza e, compiuti 18 anni, ho deciso di mettermi in proprio qui a Bagnolo, dove tutti mi conoscono e mi vogliono bene".

Il kebab, simbolo gastronomico per eccellenza del mondo arabo, si è così conquistato un posto di riguardo nel panorama della ristorazione montemurlese, tanto che Asim, per festeggiare i dieci anni di attività, ha chiuso per qualche mese il locale ed ha ampliato la sala e i posti a sedere per offrire alla clientela sempre in crescita un servizio migliore.

"Il kebab di Asim è un bell'esempio di integrazione, che mi fa piacere far conoscere e valorizzare.- dice il sindaco del Comune di Montemurlo, Mauro Lorenzini - Come sono solito ripetere, Montemurlo è una città accogliente, che sa offrire opportunità di crescita e di sviluppo, a chi opera nella legalità, nel rispetto delle regole e dei diritti. Asim è un giovane “affamato” di vita e di futuro, un ragazzo che mi ricorda la mia generazione che attraverso il lavoro, non senza molti sacrifici, lottava per costruirsi una vita migliore rispetto a quella dei propri padri".

Asim ha quattro dipendenti, di cui tre italiani: il fratello Sagid lo aiuta in cucina, c'è poi Anna alla cassa e in sala, il piazzaiolo napoletano e il ragazzo che fa le consegne a domicilio. La clientela è prevalentemente italiana e il locale è aperto dal lunedì alla domenica dalle ore 11 alle 23, orario continuato. I prodotti sono scelti personalmente da Asim come il kebab di grande qualità e speziato secondo il gusto europeo.

"Asim è un esempio positivo di imprenditorialità giovane e integrata nel tessuto economico locale, che sa offrire opportunità di crescita a chi vi investe e vi crede- conclude il sindaco Lorenzini - Segno anche questo di una rinnovata vivacità del territorio, legato alle tradizioni ma aperto al mondo".

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.