PRATO PROVINCIA

Venerdì, 05 Ottobre 2018 11:23

Kobane a Cantagallo: 'La vostra solidarietà ci apre il cuore'

Una foto dal profilo Facebook dell’associazione Pontedonna Una foto dal profilo Facebook dell’associazione Pontedonna

Il sindaco della città siriana scrive al sindaco di Cantagallo

CANTAGALLO - Nei giorni scorsi è arrivato al sindaco di Cantagallo Guglielmo Bongiorno un messaggio pieno di gratitudine dal sindaco di Kobane, la martoriata città curda della Siria del nord. A consegnare la missiva Carla Centioni, presidente dell’associazione Pontedonna, che da tempo segue e sostiene l’impegno delle coraggiose donne, un vero e proprio modello di autonomia, che in questo territorio vivono e che hanno opposto una strenua resistenza all’Isis.

Nel marzo scorso il consiglio comunale di Cantagallo aveva approvato l’impegno per la definizione di un Patto di solidarietà con Kobane, dove si affermava la volontà di dare sostegno istituzionale alla città e all’intera regione del Rojava, avviando anche relazioni ufficiali e scambi.

“In qualità di primo cittadino la voglio ringraziare - scrive il sindaco di Kobane - sento la responsabilità di amministrare una città che stiamo ricostruendo dopo la distruzione da parte del Daesh. Ci aspetta un lavoro difficile e gravoso per ridare a tutta la popolazione una vita normale. Ricevere il Patto di solidarietà da una città così lontana ci apre il cuore e ci fa sentire meno soli. La solidarietà tra i popoli è indispensabile per proiettarci verso un mondo fatto di pace e democrazia, nella speranza che tutta l’umanità possa convivere tra culture e religioni diverse”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.