PRATO PROVINCIA

Lunedì, 10 Settembre 2018 13:58

Torna la Festa Etrusca di Coemana: musica ed eventi

Sabato 15 e domenica 16 settembre

CARMIGNANO – Un fine settimana alla scoperta della magia dell'antico popolo etrusco.

Dopo il sorprendente successo dello scorso anno, sabato 15 e domenica 16 settembre ai piedi del maestoso Tumulo etrusco di Montefortini appuntamento con un vero e proprio tuffo nel passato. Torna, e si rinnova, la Festa Etrusca di Comeana, la manifestazione organizzata dal Comune di Carmignano con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana.

“Con orgoglio e grande soddisfazione torna per il secondo anno consecutivo la Festa Etrusca – spiega l’assessore alla Cultura Stella Spinelli -. Il nostro auspicio è che diventi una tradizione. Si tratta di una festa che racconta uno dei periodi più floridi ed interessanti vissuti dal nostro territorio, un buon pretesto dunque per raccontare il passato e diffondere la cultura attraverso il divertimento e il gioco”.

Tra le novità, la ricostruzione di un vero e proprio accampamento etrusco con rappresentazioni di scene di vita quotidiana della Gens, mestieri e combattimenti.

Nelle due giornate non mancheranno poi i laboratori a tema, i giochi del passato, le scene di rievocazione storica, le lezioni di armamento, il truccabimbi e le visite guidate. E poi ovviamente spazio alla musica etrusca, ai mercatini dell'artigianato a tema e agli stand gastronomici a cura delle associazioni del territorio (Ass. Amici di Ambra, Circolo Arci di Comeana, Ass. Comeana in Festa, Assistenza Medicea, Frammenti di Memoria, Gruppo Archeologico Carmignanese, Avis Comeana), che proporranno deliziose ricette dell'epoca, accompagnate dal vino etrusco.

Un salto indietro nel tempo dunque con guerrieri, speziali, dame etrusche e misteriose sacerdotesse pronti per rievocare gli usi e i costumi dell'antico popolo.

La festa inizia sabato 15 settembre alle ore 15 nell’area davanti al tumulo etrusco - accessibile sia da via Montefortini che dalla via Etrusca, la tangenziale all’ingresso del paese dopo il cimitero - con l'apertura del villaggio etrusco, degli stand gastronomici e dell'artigianato e dello spazio giochi, con truccabimbi e giochi antichi a cura dell'Avis. I più piccoli potranno anche dilettarsi con il Laboratorio gratuito Artumes "Divertimenti etruschi".

Spazio poi alle visite guidate gratuite al Tumulo principesco di Montefortini, che per l'occasione sarà aperto straordinariamente dalle 15 alle 18.30 (iscrizioni presso lo stand del Gruppo Archeologico Carmignanese). Durante il pomeriggio l'associazione Methlum Kainual metterà in scena anche rievocazioni di rituali etruschi. Domenica 16 settembre le iniziative prenderanno il via alle 12, quando apriranno il villaggio etrusco e gli stand. Dalle 15 invece appuntamento con le scene di rievocazione storica e rituali etruschi e, per i più piccoli, da non perdere "Gli avori li faccio io" a cura di Laboratorio Artumes, oltre ovviamente ai giochi antichi e al truccabimbi.

In programma inoltre una visita guidata gratuita alla Tomba etrusca dei Boschetti a Comeana(per iscrizioni rivolgersi allo stand del Gruppo Archeologico Carmignanese). Ma non è tutto, oltre la festa sempre domenica 16 settembre dalle 10 alle 12,30 sono in programma una serie di attività anche al Museo Archeologico di Artimino Francesco Nicosia.

Si inizia con "Io sono Vipia Vetes", una visita guidata speciale del Museo a cura di Coop. Culture.

A seguire "La musica perduta degli Etruschi", un laboratorio alla scoperta delle sonorità degli antichi etruschi con dimostrazione pratica a cura del musicista Francesco Landucci. L'iniziativa è gratuita, ma è necessario prenotarsi entro le ore 13 di venerdì 14 settembre inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamando il numero 055 8718124. Si ricorda infine che fino al 7 ottobre al Museo Archeologico sarà possibile ammirare la mostra “Reperti contemporanei.

Frammenti del quotidiano”, dell’artista pratese Marco Panerai, curata da Riccardo Farinelli e realizzata in collaborazione con il Comune di Carmignano. L’archeologia del contemporaneo, per l’occasione, si fonde con l’arte etrusca dando vita ad una mostra originale e affascinante. L'ingresso alla Festa Etrusca e tutte le attività (laboratori, truccabimbi e giochi) sono gratuite.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.