PRATO PROVINCIA
Martedì, 22 Maggio 2018 09:52

Montemurlonext, circa 2mila persone alla Luilor

Sostenibilità ambientale e economia circolare

MONTEMURLO - Sono state circa 2mila le persone che sabato 19 maggio hanno partecipato alla quarta edizione di Montemurlo Next, la manifestazione - evento promossa dal Comune di Montemurlo e Cna Federmoda tra i macchinari tessili, per una sera fermi, della Luilor, l'azienda della famiglia di Marco Biagioni in via dei Tintori a Montemurlo.

I temi al centro di questa nuova edizione erano il riciclo, la sostenibilità ambientale, l’economia circolare, l'innovazione unita alla ricerca. Attraverso un vero e proprio percorso espositivo i visitatori hanno potuto scoprire una quindicina tra le aziende più virtuose del distretto: TTtecnosistemi, Tecnotessile, Tesma, Rifò, Astri Recycling, Detox di Confindustria Toscana Nord, Ecocentro Toscana Nord, Trafi, il liceo artistico Umberto Brunelleschi di Montemurlo, Eco Drive e Procarrel, Lenziautomobili, Manila Totapulcra.

"Con questa manifestazione abbiamo voluto assecondare il cambiamento, parlando di economia circolare, sostenibilità, tecnologia, innovazione, creatività. A qualcuno può sembrare futuro, da noi è realtà. - ha detto il sindaco di Montemurlo, Mauro Lorenzini - Il tessile è vivo e, nonostante anni difficili, ha ancora enormi potenzialità. A noi il compito di stare a fianco delle imprese per salvaguardare e valorizzare il patrimonio immenso di competenze tecniche e creative che rende il nostro made in Italy unico e grande nel mondo".

Alla manifestazione non è voluto mancare neppure l'assessore regionale alle attività produttive, Stefano Ciuoffo che ha sottolineato "Usciamo da anni difficili. Le nostre aziende hanno sofferto, ma questi anni sono stai anche anni di lavoro intenso, durante i quali le nostre aziende si sono consolidate, hanno recuperato. Vederle a Montemurlonext significa che hanno intercettato l'innovazione e che ora sono pronte a competere sui mercati internazionali".

In tanti, imprenditori e cittadini, hanno affollato i bellissimi spazi della Luilor- un' azienda tessile che sembra più un salotto che una fabbrica in senso tradizionale per il design, l'innovazione e la bellezza degli ambienti lavorativi. Un vero happening tra rocche, pezze, casse di filato e subbi, Montemurlo ha vissuto una serata unica di divertimento. Nella fabbrica, abbellita da giochi di luce e colori, si è ballato con il dj set e i ballerini del Gruppo Ballo Spettacolo, la foto-ottica Piazzini ha curato un vero e proprio set fotografico e poi alla fine tutti i visitatori hanno lasciato la propria firma sul grande pannello con la foto della modella simbolo di Montemurlo next.

Alla serata hanno partecipato anche i campioni montemurlesi dello sport Jacopo Luchini (snowboard), Christian Giagnoni (handbike), Marco Innocenti (tiro a volo), Emily Whabi (boxe thailandese). Entusiasta della propria partecipazione alla manifestazione è stato l'imprenditore Pierluigi Lenzi, che ha portato in esposizione alcuni nuovi modelli di auto elettriche e ibride "L'attenzione verso Montemurlo sta crescendo, tant'è che il prossimo anno vogliamo aprire un'officina e il reparto vendita della Lenzi automobili proprio qui a Montemurlo".

Grandissimo l'impegno della famiglia Biagioni che sabato scorso ha svuotato 2mila metri di magazzini per fare spazio alla festa "Il merito di questo successo è tutto della generosa disponibilità di Marco Biagioni e dei figli Luigi e Marco, insieme al direttore generale Alessandro Bini. Gli operai della Luilor hanno lavorato fin dalle prime ore della mattina di sabato per svuotare i magazzini e far posto agli espositori. È stato un lavoro enorme, svolto con efficienza e impegno, per il quale desidero ringraziare tutti di cuore".

Tantissime le personalità presenti, oltre all'assessore Ciuoffo, la neo onorevole Erica Mazzetti, il consigliere regionale Nicola Ciolini, i sindaci di Poggio, Marco Martini e di Vaiano, Primo Bosi, il diretttore del Centro Impiego Fil, Michele Del Campo, il presidente del Museo del tessuto, Francesco Marini, Elena Calabria, Claudio Bettazzi e Antonio Franceschini di Cna.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita