PRATO PROVINCIA
Mercoledì, 02 Maggio 2018 17:02

A Montemurlo la festa patronale della Croce

Gli uffici comunali rimarranno chiusi

MONTEMURLO - Domani, 3 maggio, Montemurlo celebra la festa patronale della Santa Croce e per tanto gli uffici comunali saranno chiusi per l'intera giornata.

Le celebrazioni religiose, invece, prenderanno il via alle ore 16 dalla Pieve di San Giovanni Decollato alla Rocca, da dove partirà la processione con l'ostensione della pregiata croce astile in argento, risalente al 1300 e opera di Andrea Di Jacopo D'Ognabene.

"La Croce di Montemurlo, conservata nella Pieve della Rocca, è molto amata dai montemurlesi e rappresenta, al di là del suo valore religioso, un simbolo d'unione e d'identità per tutta la comunità", dice il sindaco Mauro Lorenzini, che accompagnato dal gonfalone comunale, domani prenderà parte alla processione insieme al comandante della Polizia Municipale, Gioni Baiagioni.

La processione dalla Pieve scenderà fino a Montemurlo, toccando i vari tabernacoli posti lungo il percorso e infine arriverà alla chiesa del Sacro Cuore, dove rimarrà fino a domenica 6 maggio quando un'altra processione la riaccompagnerà nella Pieve di Rocca. La Festa della Croce non finirà con le celebrazioni di domani 3 maggio ma proseguirà domenica 6 maggio con la “Fiera di Montemurlo- Festa della Croce”- una rievocazione della fiera del bestiame, la cui prima edizione risale al giugno 1930 - promossa dall'associazione “Il Borgo della Rocca”, la Vab, l'unità pastorale di Montemurlo, con il patrocinio del Comune di Montemurlo.

Dalla mattina nel borgo della Rocca si potranno trovare un mercatino con prodotti tipici e l'esposizione di attrezzi agricoli e di vita contadina. Alle ore 9,30 da piazza Castello alla Rocca partirà la passeggiata naturalistica alla ricerca di piante commestibili nei prati intorno alla Rocca a cura del Gruppo Giros. La passeggiata durerà circa due ore. Alle 10,30, invece, Luca Bonini, anima della Camminotte, darà vita ad una passeggiata con gli amici a quattro zampe.

Alle ore 20,30 dalla chiesa del Sacro Cuore ripartirà la processione che riporterà la Croce nella sua casa alla Pieve di San Giovanni. Durante la giornata si potrà inoltre approfittare per visitare due mostre molto interessanti. Nella Compagnia del Corpus Domini (piazza Castello a Rocca) si potranno vedere, infatti, le quattordici stazioni della Via Crucis, risalenti alla fine del Settecento, che dopo un attento restauro, saranno riposizionate nella Pieve di San Giovanni Decollato.

Infine, per tutto il giorno resteranno in funzione stand gastronomici al frantoio (azienda agricola Felice Agricoltura), in piazza (gruppo Alpini Montemurlo e gruppo storico), alla vecchia fontana (associazione Borgo della Rocca). Nella canonica della Pieve, arricchisce le celebrazioni della festa della Croce la mostra “Il grande sacro, testimonianza storica, culturale e spirituale dei popoli nativi americani”.

Domani, giovedì 3 maggio, in occasione della Festa della Santa Croce, dalle 10 alle 13 i delegati Lakota parleranno della spiritualità della Nazione Lakota Sioux, il rapporto uomo-cavallo. Dalle ore 16 alle ore 18,30, in programma un seminario dedicato alla spiritualità, storia e cultura del popolo Lakota, in particolare alla storia del leader “Tashunke Witko – Cavallo Pazzo”. La Signora Marla Bull Bear parlerà del ruolo della donna nelle culture Native Americane.

Infine, Dalle ore 21,30 alle ore 22,30, chiuderà la giornata un grande evento musicale: “Sounds & Lights”, con canti tradizionali accanto al fuoco, per scoprire il senso della tradizione della sacra vibrazione del “tamburo” nella spiritualità Lakota. Gli eventi sono a pagamento. La mostra sarà aperta il 29 aprile, il 1,3,5,6 maggio dalle ore 10 alle 20, mentre il 30 aprile, 2,3 e 4 maggio dalle ore 15 alle 20.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.