PRATO PROVINCIA

Sabato, 21 Aprile 2018 16:41

Carmignano, una disinfestazione tutta biologica

CARMIGNANO - Carmignano si conferma un Comune sempre più bio. Dopo una prima sperimentazione effettuata lo scorso anno, ha preso il via in questi giorni il servizio di disinfestazione e derattizzazione dell’intero territorio comunale.

Utilizzando prodotti biologici, innocui per le persone e per gli animali. L’amministrazione ha infatti scelto di utilizzare negli spazi aperti e nelle fognature prodotti naturali per combattere le zanzare e contrastare l’ovideposizione.

“Carmignano si conferma come primo Comune a livello regionale ad avviare un percorso sperimentale di disinfestazione al 100% biologica – ha commentato il Sindaco Edoardo Prestanti - capace di contrastare zanzare e ratti, ma senza inquinare l'ambiente. In questo modo prosegue il percorso dell'amministrazione comunale all'insegna della sostenibilità ambientale e della tutela della vita dei nostri concittadini”.

In questi giorni la ditta incaricata sta eseguendo i primi interventi di disinfestazione preventiva contro la processionaria del pino, con trattamenti biologici e, dove necessario, asportazione dei nidi.

Due invece sono le tipologie di intervento che verranno messe in campo nell’ambito della campagna di disinfestazione antizanzara: una larvicida, che verrà effettuata utilizzando un composto totalmente biologico ed eco-friendly che sarà immesso direttamente dentro le situazioni di acqua stagnante, come vie fognarie a lento scorrimento e tombini. La durata dell’azione del composto è di circa quattro settimane, trascorse le quali poi l’operazione anti larvale sarà nuovamente ripetuta, per un totale di otto passaggi sull’intero territorio comunale di Carmignano. Non è tutto, è in corso la distribuzione di 300 flaconi di aquatain (prodotto innovativo ed ecologico per la lotta alle zanzare) alla popolazione, che sarà poi informata ed istruita su tempi e modalità d’utilizzo.

La seconda tipologia d’intervento è quella adulticida, che consiste nella copertura delle aree pubbliche dell’intero territorio comunale da effettuare con un mezzo dotato di un apposito tubo atomizzante. I trattamenti verranno eseguiti tramite l’atomizzazione di un composto di estrazione naturale a base di Allium (aglio) e Rosmarinum (rosmarino) che non ha la funzione di abbattere, ma di agire come repellente per le zanzare, rendendo così l’ambiente trattato a loro sgradevole. Questa operazione verrà effettuata in orario notturno (a partire dalle 22), non avrà alcuna controindicazione e sarà ripetuta per 24 volte in tutte le zone di competenza del Comune.

Previste infine sei operazioni complete di derattizzazione del territorio: in questo caso saranno interessate tutte le vie fognarie, all’interno delle quali saranno immesse specifiche esche, e alcune aree del territorio che, per morfologia ambientale, sono a rischio di infestazione.

Il costo totale degli interventi di derattizzazione e disinfestazione ammonta a 8.168 euro l’anno.

L’assessore all’Ambiente Federico Migaldi precisa che: “Anche se si è pronti ad intervenire con azioni di bonifica mirate, il più efficace strumento per combattere le zanzare resta sempre quello della prevenzione. Ogni cittadino può contribuire alla non proliferazione delle zanzare tramite alcuni piccoli e semplici accorgimenti”. Per esempio evitare di lasciare ristagni d’acqua anche in piccole quantità all’esterno delle proprie abitazioni, nei giardini, sui balconi, negli orti. Così facendo si eviterà di far trovare alle zanzare l'habitat ideale per la proliferazione; si consiglia di ridurre al minimo gli annaffiamenti estivi dei giardini. I cittadini sono poi invitati a non lasciare fuori teli di plastica che possono dare origine a ristagni di acqua piovana, e a pulire l’interno dei tombini eliminando fango e rifiuti accumulati. Mettere nelle vasche e nelle fontane ornamentali pesci che si cibano di larve; coprire con zanzariere o teli di plastica i contenitori d'acqua come vecchie vasche da bagno, bidoni, fusti ecc... usati nell'orto o per gli animali. Un possibile rimedio per impedire lo sviluppo delle larve di zanzare consiste anche nel posizionare dei frammenti di fili di rame in quei contenitori che, per qualsiasi motivo, non si possono svuotare. Questi frammenti, infatti, impediscono alle larve di alcune specie di zanzare di svilupparsi.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.