PRATO PROVINCIA
Mercoledì, 07 Marzo 2018 14:02

Bilancio di previsione, mezzo milione sulla manutenzione delle strade di Montemurlo

MONTEMURLO - Nessun aumento di imposte, canoni, tasse e tariffe ai montemurlesi, conferma di tutti gli sgravi fiscali già adottati e di quelli già previsti, conferma di tutti gli investimenti programmati e maggiori risorse destinate alla realizzazione del nuovo centro cittadino e alla manutenzione straordinaria delle strade.

E’ quanto prevede bilancio di previsione 2018 che questa sera il sindaco Lorenzini presenterà in consiglio comunale e che poi, entro la metà di marzo, passerà al vaglio dell'assemblea per la sua approvazione definitiva. Un bilancio positivo e virtuoso che ammonta complessivamente a 21 milioni di euro (18,2 milioni di spesa corrente e 2,5 milioni sulla parte investimenti).

"Il bilancio di previsione 2018 non è fatto solo di numeri, dentro c’è un’idea precisa di città che punta allo sviluppo del territorio, in primis la realizzazione del nuovo centro cittadino nello spazio dell'ex campo sportivo di via Rosselli, un'opera che Montemurlo attende da oltre 30 anni. - dice il sindaco Lorenzini - Zero aumenti ma grande sforzo dell’amministrazione comunale sulla parte investimenti con 2,5 milioni di euro di opere, che producono lavoro e benessere".

Nel 2018, infatti, dopo l'assegnazione di circa 3 milioni di euro di fondi europei nel giugno 2017, partiranno i lavori del nuovo centro cittadino con la sistemazione della grande area a verde di fronte al municipio. Uno spazio che, secondo le indicazioni del percorso partecipativo, diventerà un luogo per la vita all'aria aperta e la socializzazione.

L'altro grande fronte riguarda l'impegno sulla viabilità cittadina e la “guerra alle buche”. Oltre ai 170 mila euro stanziati in bilancio sulla manutenzione straordinaria, arriveranno a breve sulle strade montemurlesi circa altri 300 mila euro, frutto della vendita dell'ex scuola elementare di Bagnolo. In questi giorni sono in corso di perfezionamento i contratti di vendita dell'immobile da tempo in disuso, un patrimonio che l'amministrazione ha messo a frutto attraverso la formula della “permuta” in cambio di manutenzione.

In pratica chi ha acquistato l'immobile non dovrà versare soldi ma fornire servizi di eguale valore in questo caso sotto forma di manutenzione straordinaria stradale. L'aggiudicatario firmerà dal notaio una convenzione con il Comune, come atto preliminare alla compravendita dell'edificio, che disciplinerà gli obblighi reciproci.

Il bilancio 2018 non dimentica la persona con un'immutata attenzione verso le famiglie e le fasce deboli della popolazione, la scuola, il welfare. La spesa per sociale e sanitario resta invariata a 2,4 milioni di euro, 1,8 milioni di euro i fondi destinati alla scuola e ai progetti di inclusione (dsa, Dopo Scuola, 100 lode, disabilità);169 mila i fondi per la cultura. La compartecipazione ai servizi (mensa, trasporto scolastico, rette nidi) rimane invariata.

Per quanto riguarda l'indebitamento la rata annuale per mutui scende a quota 577 mila euro (era pari a 2 milioni nel 2015) e i montemurlesi, con 425 euro pro-capite, restano tra i cittadini italiani meno indebitati. Continua l'obbligo di accantonare maggiori risorse per i crediti di difficile riscossione. L'obbligo nel 2018 è pari all’ 75% (era al 70% nel 2017 e arriverà all’85% nel 2019). Nel 2018 il fondo crediti dubbia esigibilità a Montemurlo ammonterà dunque a 1,25 milioni di euro.

Il piano degli investimenti prevede per il 2018 oltre 2,5 milioni di euro di spesa. Oltre al nuovo centro cittadino e alla manutenzione delle strade, sono previsti 60 mila euro per la riqualificazione delle aree a verde e giochi, 50 mila euro per la pista ciclo-pedonale in via Labriola, 150 mila euro per la manutenzione straordinaria, riqualificazione e adeguamento impiantistico patrimonio comunale, 90 mila per la realizzazione degli orti urbani, 77 mila per la manutenzione e riqualificazione della pubblica illuminazione.

Infine, sono 700 mila gli euro previsti di incasso dalle multe ma a questo proposito il sindaco Lorenzini ci tiene a fare una precisazione:« Vorrei sfatare l'idea di chi sostiene che il Comune “fa cassa” con i montemurlesi. Prendendo i dati delle multe relativi al 2017 vediamo che per quanto riguarda il Vistared, il sistema che sanziona il passaggio con il rosso all'incrocio di via Deledda “solo” il 34% riguarda i montemurlesi. Stesso discorso per l'autovelox: tra i sanzionati solo il 13% è di Montemurlo, oppure il Targasystem (il rilevatore della corretta assicurazione e revisione dei veicolo) che ha fatto multe ai montemurlesi nella percentuale del 23%.

 

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.