PRATO PROVINCIA

Mercoledì, 07 Febbraio 2018 13:47

Un aiuto bio per gli agricoltori carmignanesi

CARMIGNANO – Ridurre la presenza di pesticidi sul territorio, promuovere un'agricoltura biologica e senza veleni, tutelare e curare il paesaggio.

E' questo l'obiettivo principale del progetto "Carmignano 2020 - rigenerazione agricola e tutela ambientale", che vede collaborare insieme Comune di Carmignano, Pro Loco, BioDistretto del Montalbano e Consorzio Strada dei Vini di Carmignano e dei Sapori Tipici Pratesi. Un piano volto a coinvolgere gli agricoltori locali per fargli capire, tramite esperienze dirette, che l'uso di sostanze meno nocive nei campi è più virtuoso, meno costoso e di facile applicazione. Un progetto ambizioso, di durata triennale, che mira alla conversione totale della superficie agricola utile verso pratiche biologiche, biodinamiche e naturali, per liberare così il territorio dall'uso dei pesticidi.

Dopo la stipula dell'accordo tra le parti avvenuto in occasione dell'Antica Fiera di Carmignano, adesso prende il via il progetto vero e proprio con tre incontri dal titolo "Un aiuto Bio per gli agricoltori carmignanesi. Oliveto e vigneto biologico? Ti aiutiamo noi", rivolti a contadini e hobbisti carmignanesi che intendono abbandonare i metodi di coltivazione convenzionale, per imparare che un’altra agricoltura è possibile.

Il primo appuntamento è per sabato 10 febbraio alle 15 al Museo della Vite e del Vino (piazza Vittorio Emanuele II, 2 Carmignano). Un incontro conoscitivo durante il quale saranno illustrati i servizi a disposizione degli agricoltori, per far capire loro come si può fare un'agricoltura senza veleni con qualità superiore e riducendo le perdite di prodotto. Sarà spiegato poi in che modo il tecnico aiuterà e supporterà gli agricoltori per perseguire lo scopo di un'agricoltura bio (bollettino settimanale via mail; gruppo WhatsApp creato per aggiornare gli agricoltori in maniera semplice ed esaustiva; spiegazioni e illustrazioni su incontri e lezioni direttamente in oliveto e vigneto durante la stagione vegetativa).

Il secondo appuntamento è per il 17 febbraio (ore 15, Museo della Vite e del Vino) sull'oliveta biologica: verrà fatto un focus sulle lavorazioni del terreno in sostituzione del diserbo chimico, monitoraggi in campo e trattamenti a base di prodotti consentiti in agricoltura biologica, nei momenti e con i dosaggi idonei e interventi in pre raccolta.

L'ultimo incontro è il programma il 24 febbraio sempre alle 15 al Museo della Vite e del Vino, durante il quale si parlerà del vigneto biologico. L'iniziativa, totalmente gratuita, è resa possibile grazie al supporto dell'amministrazione comunale. Per informazioni rivolgersi alla Pro Loco di Carmignano 055 8712468 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.