PRATO PROVINCIA

Martedì, 16 Gennaio 2018 16:19

Via alla riqualificazione dell’area magazzini comunali, distretto socio sanitario e servizi commerciale

VERNIO (PRATO) con la scuola e la riqualificazione del territorio come priorità

. È la parola d’ordine della giunta del Comune di Vernio, guidata dal sindaco Giovanni Morganti. Con lui questa mattina nella sede del Comune la vicesindaco Francesca Bolognesi e gli assessori Maria Lucarini, Barbara Di Sciullo e Alessandro Storai per il primo incontro dell’anno con la stampa. “Ripartiamo dal 2017, anno dell’inaugurazione del nuovo Meucci, dei tanti investimenti su strade e scuole e dall’arrivo dell’illuminazione pubblica a LED”, ha detto il sindaco Morganti in apertura. Il 2018 ha già portato una novità, l’inizio dei lavori per il piano di riqualificazione, che vale 4 milioni di euro, dell’area dei magazzini comunali in via Caduti della Direttissima. Qui sorgeranno nuovo distretto socio sanitario (500 mq per 14 vani che ospiteranno ambulatori, zone visita, centro prelievi e guardia medica) e centro commerciale Coop (1.200 mq) con 100 nuovi posti auto. “Rappresenta la principale opportunità di rilancio socio-economico dell’alta valle del Bisenzio, oltre che una formidabile occasione per la valorizzazione di un’area ‘marginale’ al centro del tessuto urbanistico di Mercatale”, spiega Morganti. In attesa della nuova struttura una collocazione temporanea degli studi/laboratori medici nei locali della Misericordia di San Quirico è stata la soluzione-ponte per restituire efficienza al servizio. Ma, come già accennato, ci sono altre importanti priorità. SCUOLA - Vernio ha vinto il bando regionale per la messa in sicurezza sismica con un progetto per il comprensivo Pertini che vale circa 1,5 milioni di euro e la giunta sta pensando anche a un nuovo edificio a norma antisismica per il quale serviranno oltre 1,6 milioni di euro. Fra gli impegni del 2017 l’illuminazione (a LED) lungo tutta via Magini (70 mila euro), la copertura e coibentazione della primaria Armellini (20 mila) e all’istituto comprensivo Pertini la sostituzione di avvolgibili e infissi (100 mila), la messa in sicurezza antincendio con il nuovo laboratorio di musica (150 mila euro), i nuovi arredi per la mensa e un percorso adeguato agli alunni portatori di handicap (al comprensivo sono 27) a cui si aggiungono servizi dedicati, bagno, postazione e libri per ipovedenti. Alla primaria di Montepiano nuova centrale termica e tinteggiatura. Lo spostamento della materna di Montepiano nella sede estiva delle Suore Carmelitane (circa 20 mila euro) ha uniformato l’offerta didattica. Alla materna di San Quirico lavori di ripristino dei danni del settembre 2014 (30 mila euro) e allestite aula tecnica, per attività psico-motorie e piccola biblioteca. Recupero funzionale per l’edificio di S. Ippolito e scuola materna di Mercatale nella nuova sede (25 mila euro). Per gli asili nido cambiati i criteri di assegnazione dei buoni comunali, che coprono una parte della retta. Alla base ISEE aggiunti anche criteri che valutano specifiche situazioni lavorative e familiari. STRADE, VIABILITÀ, DECORO URBANO - Nel 2018 il secondo stralcio di Strade sicure, nell’ambito del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale 2017/2021, investe 220 mila euro per i marciapiedi di collegamento di Terrigoli con il capoluogo. Nei primi mesi dell’anno, grazie all’accordo con Consiag, rifacimenti di pavimentazioni stradali (30 mila euro). Nel 2017 per la rete stradale impegnati circa 250 mila euro. Asfaltature in via di Costozze, via Magini, via Celle, via Monsignor Risaliti e via di Cavarzano, (con muretti di controripa, barriere stradali, consolidamento scarpate con palificate e rinnovo spallette del Ponte di Canne). Sistemazione di tratti di via del Gasperone, via della Lama, via di Poggiole e via di Montecuccoli (con consolidamento scarpata attraverso palificate). E 37 mila euro per il potenziamento dei parcheggi di viale della Stazione (quasi 50 posti). Nuove panchine e nuovi parapetti per piazza Primo Maggio (23 mila euro). In piazza del Caffè Nuovo (lungo la SR 325) rifatte le barriere stradali e abbattute quelle architettoniche (13mila euro). Infine 5.000 euro per i parapetti in piazza della Libertà. EDIFICI MONUMENTALI ED EDILIZIA CIMITERIALE - Nel 2017 portate a termine le verifiche sismiche del complesso dell’Oratorio dei Bardi (20 mila euro) e del blocco loculi principale del Cimitero di S. Quirico (7.500 euro). Messa in sicurezza del recinto cimiteriale a S. Quirico (20 mila euro). ASSETTO IDROGEOLOGICO E SICUREZZA - Nei primi giorni di febbraio partirà la messa in sicurezza di via di Montecuccoli al di sopra dell’abitato di Gavazzoli. Una barriera paramassi a protezione del tratto stradale minacciato da una parete rocciosa di oltre 20 metri di altezza (37 mila euro). Alla fine del 2017 Vernio ha dovuto affrontare in somma urgenza il ripristino dell’alveo del Torrente Setta presso la traversa del Lago Fiorenzo a Montepiano, a seguito della rottura dell’argine. Realizzata, sotto la direzione del Consorzio di Bonifica Renana, una scogliera di generose dimensioni per prevenire l’erosione (40 mila euro). MOBILITÀ E TRASPORTO PUBBLICO - L’impegno della giunta di Vernio, sinergico con le amministrazioni di Cantagallo e Vaiano ma anche con quelle dell’area bolognese, va verso un miglior collegamento via treno con Prato, Firenze e Bologna. A Governo, Regioni e Ferrovie il Comune di Vernio, insieme ad altre 7 amministrazioni, ha chiesto modifiche all’organizzazione dei lavori che dal 2018 al 2021 riguarderanno la linea ferroviaria Prato-Bologna, sia per quanto riguarda gli orari del servizio che per nuove fermate, interventi aggiuntivi nelle stazioni esistenti e barriere antirumore. EFFICIENZA ENERGETICA, ENERGIE RINNOVABILI, BANDA LARGA - Avviato il rinnovo della rete di pubblica illuminazione con apparecchiature a LED a basso consumo e alta efficienza, per una spesa di 100 mila euro a fronte di 300 punti luce cambiati e 20 mila euro per la sostituzione delle centraline. I primi interventi nelle frazioni con gli impianti più vecchi, Risubbiani, Storaia, Terrigoli, S. Ippolito, Gagnaia. Il risparmio sulla spesa per l’energia elettrica sarà di circa 30 mila euro (che saranno reinvestiti per l’illuminazione). La gara per la gestione delle reti gas sarà l’occasione per un ampliamento alle località non servite. Sono previsti 6 interventi per un costo di circa 1,8 milioni di euro. È in via di completamento la posa della fibra ottica in tutta la vallata e con Estracom c’è in progetto una banda larga WiFi che consenta di migliorare il servizio.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.