Contenuto Principale

Le bambine dell'Africa: a Carmignano due incontri su infibulazione e escissione

CARMIGNANO - Due incontri per parlare di escissione ed infibulazione, i riti di passaggio all’età adulta praticati soprattutto in Africa alle bambine.

L’appuntamento con l’ultima iniziativa del programma “L’accoglienza delle differenze. Diffusione della cultura dell’accoglienza delle diversità”, promosso dall’assessorato alla Cultura e curato dall’associazione culturale Pandora di Seano, è per sabato 14 e domenica 15 ottobre.

Dopo la performance artistica “Homo sapiens” del 14 maggio, che ha celebrato la Giornata Internazionale contro l’omofobia, e lo spettacolo teatrale “Cartoline da Venere” in cui 6 donne hanno interpretato le difficoltà dell’essere donna, questo fine settimana sarà interamente dedicato ad una riflessione sull’infibulazione e l’escissione. Nel mondo oltre 125milioni di donne (e bambine) hanno subito questo tipo di pratiche. In Italia sono vietate e punite con la reclusione.

“Si tratta del terzo appuntamento che chiude un ciclo di incontri pensato dall’amministrazione comunale, in sinergia con l’associazione Pandora – ha spiegato l’assessore alla Cultura Stella Spinelli – per seminare la cultura delle differenze. Differenze che, se vissute in maniera aperta, portano solo bellezza e crescita”.

Ecco il programma dell’iniziativa.

Si inizia sabato 14 ottobre alle 21 presso la sede dell’associazione Pandora (via Don Milani 7, Seano) con la proiezione di “La pratica dell’escissione”, un film che porterà gli spettatori in un villaggio africano, dove la tradizione è la mutilazione delle bambine. Ingresso ad offerta libera.

Domenica 15 dalle ore 16,30, sempre in via Don Milani a Seano, si terrà una tavola rotonda dal titolo “Mutilazioni genitali femminili. L’emergenza del cambiamento. Contrasto e sensibilizzazione alle pratiche di Mutilazioni Genitali Femminili”.

Interverranno Elena Ricci, tecnico in psicologia del lavoro e delle organizzazioni; Nassira Camara, presidente dell’associazione “Onlus Mali, la Voix du Mandè” di Prato, per il contrasto alle pratiche di mutilazioni genitali in Africa. Presenti inoltre i ginecologi Lucrezia Catania e Omar Abdulcadir. Modera l’incontro l’assessore alla Cultura del Comune di Carmignano Stella Spinelli. A seguire lettura di fiabe africane a cura di Samanta Tesi e buffet etnico (costo 15 euro, necessaria la prenotazione al numero 347.3456824). Il ricavato delle due iniziative sarà devoluto all’Associazione Onlus Mali.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito