Contenuto Principale

Oste: una variante urbanistica per riqualificare via Adda

MONTEMURLO - Un'altra fabbrica non più utilizzata e in stato di degrado sparisce dal centro di Oste.

Al suo posto arrivano una nuova palazzina e nuovi parcheggi. Montemurlo prosegue sul cammino della razionalizzazione del tessuto urbano, attraverso la separazione degli insediamenti industriali dalle zone residenziali. In questa logica si inserisce l'approvazione dell'avvio del procedimento della variante numero undici al Regolamento urbanistico, oggi all'ordine del giorno della giunta comunale.

Un atto che dà l'impulso ad un 'importante riqualificazione residenziale nel centro di Oste, tra via Adda,via Gramsci e via Puccini, dove si trovano manufatti industriali in avanzato stato di degrado e un vecchio appartamento a servizio della fabbrica sottostante.

Attraverso l'applicazione del principio di perequazione urbanistica, i vecchi capannoni, della superficie di circa 1100 metri quadrati, infatti, saranno abbattuti e al loro posto sorgerà una palazzina di 300 metri quadrati di superficie coperta (su più piani) e nuovi parcheggi a servizio della zona residenziale.

La volumetria non sfruttata in via Adda sarà utilizzata, invece, in via Siena, in zona industriale, dove sarà costruito un nuovo complesso industriale, composto da tre unità immobiliari distinte e da un'area dove sorgerà un impianto per il recupero di rifiuti speciali non pericolosi, come ad esempio gli scarti tessili, gli imballaggi (carta, plastica, metallo, legno, vetro), oltre ad alcune attività di solo deposito di materiali per il successivo invio ad altri operatori del settore.

“Con questa importante variante al regolamento urbanistico andiamo a eliminare un volume improprio e in in stato di degrado, posto nel centro di Oste- spiega l'assessore all'urbanistica, Giorgio Perruccio – Applicando il principio della perequazione, recuperiamo spazi importanti per la qualità di vita nel centro urbano e recuperiamo suolo. La nuova palazzina avrà, infatti, un impatto limitato rispetto alla fabbrica non più utilizzata e allo stesso tempo andiamo a realizzare anche nuovi parcheggi che potranno servire a tutto il quartiere. Un'operazione di riordino del tessuto urbano, che vuole separare il residenziale dalle zone produttive. In via Siena, infatti, grazie ai volumi non utilizzati nel centro di Oste, potrà sorgere un nuovo insediamento industriale, che rappresenta anche un incentivo alla diversificazione delle attività economiche del distretto industriale montemurlese”.

La variante al Regolamento urbanistico, dopo il via libera della giunta, dovrà passare al vaglio del consiglio comunale e quindi dopo l'approvazione, diventare realtà.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito