PISTOIA

Lunedì, 15 Aprile 2019 10:40

Sconti fiscali nel 730/19: la prima volta del Bonus Verde

Il Centro assistenza fiscale di Coldiretti supporta i cittadini

PISTOIA - Per la prima volta si fruirà Bonus Verde, inoltre torna lo sconto fiscale sugli abbonamenti al trasporto pubblico, e si potrà beneficiare di un risparmio per le spese sostenute sugli strumenti in caso di disturbi dell’apprendimento.

Sono alcune delle agevolazioni da inserire nel 730/19, la dichiarazione sui redditi 2018 per ottenere lo sconto fiscale. Come tutti gli anni il Centro assistenza fiscale di Coldiretti (Caf) supporta i cittadini nella compilazione della dichiarazione dei redditi col modello 730, anche quelli che devono modificare la dichiarazione precompilata dall’Agenzia delle Entrate.

Un servizio erogato a tutti i contribuenti: non solo agricoltori e loro familiari, ma anche lavoratori di altri settori e pensionati. Chiunque debba fare la dichiarazione dei redditi (730) può rivolgersi sin da subito nelle sedi Coldiretti Pistoia, Quarrata, San Marcello, Pescia, Monsummano Terme e relativi recapiti.

“Per la prima volta, è sfruttabile la detrazione del 36% delle spese sostenute, nel limite massimo di 5mila euro, per interventi di sistemazione a verde –spiega Pier Francesco Previti, responsabile fiscale di Caf Coldiretti Pistoia- di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per gli impianti di irrigazione e per la realizzazione pozzi e di coperture a verde e di giardini pensili (“bonus verde”).

Inoltre, come ricorda Caf Coldiretti, tra le spese che possono beneficiare della detrazione sono comprese anche quelle di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione di tali interventi. Altre novità riguardano le spese sostenute per gli interventi su parti comuni condominiali volti sia al risparmio energetico sia alla riduzione del rischio sismico, e gli sconti fiscali previsti dal Codice del Terzo settore per le erogazioni liberali in favore del mondo del volontariato.

Per ottimizzare i tempi – spiega Caf Coldiretti - è utile contattare telefonicamente l'ufficio di riferimento. Contatto telefonico non necessario chi ha ricevuto l'invito a presentarsi tramite lettera, data fissata.

Documentazione minima necessaria. Portare documento di identità, il/i Cud fornito dal datore di lavoro o altra documentazione reddituale, la documentazione delle spese (mediche, assicurative, mutui, ristrutturazioni). Chi si rivolgesse al Caf Coldiretti per la prima volta deve portare anche l'ultima dichiarazione dei redditi.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.