PISTOIA

Venerdì, 22 Marzo 2019 17:50

Ecco il perché delle scelte per la Polizia Municipale

Precisazione su un articolo apparso sulle pagine di Reportpistoia

PISTOIA – L'Amministrazione risponde ad un articolo apparso il 13 marzo sulla nostre pagine, a firma di Daniela Belliti, e che riguardava soprattutto alcuni affidamenti, investimenti e determine di spesa “singolari”. Sui temi sollevati arrivano ora le “precisazioni” dell'amministrazione.

 

La nota dell'Amministrazione sulla Polizia Municipale

PISTOIA - Garantire il presidio e la sicurezza del territorio. E' rispondendo a questi principi che il Comando della Polizia Municipale ha provveduto, nel 2018, a dotarsi di nuovi sistemi di videosorveglianza, di fotocamere e videocamere portatili, di veicoli meno inquinanti, di ulteriori presidi difensivi per il personale. Si è trattato, quindi, di investimenti necessari a potenziare il sistema di sicurezza locale, a rafforzare i controlli attuati sul territorio per contrastare eventuali illeciti o episodi di malvivenza, a presidiare con puntualità le aree più sensibili, dotando anche gli agenti degli strumenti utili a svolgere le proprie mansioni in modo efficiente.

Le procedure seguite per effettuare gli acquisti sono state quelle indicate nel Codice dei contratti pubblici (d. lgs. 50/2016). Nello specifico, gli affidamenti sono avvenuti ricorrendo al portale di Consip, società del Ministero dell’Economia e Finanze, attraverso la ricerca e la comparazione delle offerte presenti sul MePA (una sezione del portale Consip), l'adesione a specifiche convenzioni attive e la forma della "trattativa diretta", sempre tramite MePA. Nel caso delle fotocamere per i controlli ambientali, per cui è previsto un noleggio sperimentale di sei mesi, oltre alla verifica su MePA, è pervenuta anche un’apposita offerta da parte dell’operatore economico, migliorativa rispetto a quanto già presente sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione.

Il Comando della Polizia Municipale rivendica, dunque, con forza che gli investimenti effettuati nel corso del 2018 sono stati del tutto legittimi, seguendo la normativa vigente, e volti a potenziare la sicurezza urbana e a presidiare maggiormente le zone più sensibili.

Entrando nel merito, per quanto riguarda il noleggio di fotocamere per il controllo ambientale, è stata effettuata una fornitura a integrazione di altri dispositivi già in dotazione al Comando. Si tratta di apparecchiature destinate a specifici controlli in materia ambientale (scarichi abusivi, conferimenti non corretti nei cassonetti della raccolta) che negli ultimi mesi dello scorso anno hanno permesso agli agenti della Polizia Locale di individuare 129 persone nell'atto di abbandonare rifiuti lungo le strade di Pistoia. La sperimentazione è stata attuata per una crescente richiesta di controlli sul territorio e ha ottenuto riscontri positivi.

Anche l'ampliamento del sistema di videosorveglianza è stato attuato per presidiare in modo più puntuale il territorio, soprattutto sul piano della deterrenza e della prevenzione da eventuali illeciti. Tale ampliamento risponde a precise indicazioni del COSP – Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e rientra nell’ambito di un progetto regionale che ha previsto lo stanziamento di un apposito contributo proprio da parte della Regione Toscana. Il nuovo sistema di gestione delle chiusure e degli accessi dei locali del Comando consente maggiore sicurezza e un effettivo controllo degli ingressi in ambienti anche ad alta sensibilità.

Sempre sotto il profilo della sicurezza, come già avvenuto in altri Comuni toscani, il Comando di Pistoia intende effettuare una sperimentazione che permetta ai propri agenti di operare con strumenti di autotutela. Da qui la scelta di prevedere la fornitura di videocamere portatili da divisa, sul cui utilizzo si è già espresso il Garante per la privacy.

La dotazione di presidi difensivi (distanziatore, giubbetto antiproiettile e casco protettivo) è prevista da una norma regolamentare della Regione Toscana ed è stata confermata nel regolamento comunale “disciplinante l’armamento e gli strumenti di autotutela per il personale del Corpo di Polizia Municipale in possesso della qualità di agente di pubblica sicurezza” approvato dalla precedente Amministrazione. La fornitura, dunque, va incontro alla volontà espressa dal consiglio comunale nel 2016, con l'approvazione del regolamento.

La fornitura di vestiario, calzature e accessori per il personale fa riferimento a un arco temporale di tre anni ed è stata attivata anche a seguito dell'entrata in servizio di 14 nuovi agenti di Polizia Locale, indispensabili per potenziare i servizi resi sul territorio. All'assunzione, gli agenti devono essere dotati, infatti, delle divise di ordinanza e del materiale a corredo.

Infine, per quanto riguarda gli strumenti in dotazione al Comando, la Polizia Municipale ha dovuto provvedere al ricambio di veicoli e motocicli ormai vetusti e non più adeguati al servizio, con altri di nuova generazione, non inquinanti. La fornitura dei motocicli a propulsione elettrica e dei nuovi autoveicoli è comprensiva degli allestimenti specifici (scritte e bande sulla carrozzeria, barre di segnalazione, sirena, allestimenti specifici interni e altro) necessari per il servizio di Polizia Locale.

Con l'acquisto dei mezzi elettrici, il Comando di Pistoia sarà uno dei primi Comandi in Italia a dotarsi di veicoli ad emissione zero, consentendo così anche un presidio non inquinante in zone come il centro storico.

 

questo articolo è stato offerto da:


2 commenti

  • Link al commento Anna50 Sabato, 23 Marzo 2019 10:43 inviato da Anna50

    Visto che hanno mezzi elettrici, speriamo di vederli più spesso in circolazione: la scusa dell'inquinamento non esiste più...

    Rapporto
  • Link al commento bibi Venerdì, 22 Marzo 2019 18:22 inviato da bibi

    anche i fermacravatte e stemmini vari ? No | è ingeneroso soffermarsi su queste "scemenze" .
    Però qualche volta bisogna anche ridere. L'articolo i n oggetto era "buffo" ma niente di più . Oserei anche definirlo qualunquista . Ben altri appunti potevano esser fatti circa la percezione della bontà del servizio che noi cittadini abbiamo .

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.