PISTOIA

Giovedì, 14 Marzo 2019 09:29

Sicurezza: le guardie giurate con le forze dell'ordine

Altre 20 telecamere in più per la città

PISTOIA - Oltre 170 guardie giurate che implementeranno i controlli nelle aree private (giardini, vivai, parchi) a stretto contatto con Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale. 

E' stata firmata ieri in Prefettura il protocollo d'intesa "Mille occhi sulle città". Un protocollo che ha come obiettivo quello di incrementare l'attività di prevenzione ed intensificare la collaborazione informativa tra le forze dell'ordine.

Grazie a 179 guardie giurate, la rete di monitoraggio del territorio verrà fortificata attraverso un modello sinergico di stretta collaborazione con le forze di polizia. 

Gli istituti di vigilanza, specialmente nelle ore notturne, potranno tempestivamente fornire alle centrali operative delle forze dell'ordine notizie qualificate di situazioni sensibili che necessitano di un pronto intervento: ade esempio mezzi e persone sospette; spaccio e consumo di droga (in prossimità di giardini o locali); movimenti sospetti vicino ai vivai. 

Grazie al protocollo - firmato dal prefetto Emilia Zarrilli, dal sindaco Alessandro Tomasi e dal vicesindaco di Montecatini Ennio Rucco, sarà dunque attivo un sistema di segnalazione collegato direttamente con le centrali operative della Questura, del Comando dei Carabinieri e del Comando della Guardia di Finanza (113, 112 e 117). 

"Con questo protocollo aumenteremo le macchine sul territorio e quindi garantire maggiore sicurezza e la tranquillità - ha evidenziato il Prefetto Zarrilli - Ogni sei mesi faremo il punto delle verifiche sulle segnalazioni. Il progetto, già attuato nel 2015 e scaduto nel 2017, deve trovare nuova forza". 

Il sindaco Tomasi ha sottolineato l'importanza dei mezzi degli istituti di vigilanza, soprattutto per quanto riguarda la tracciabilità delle loro auto grazie a gps. "Sarà possibile intrecciare i dati con quelli della Polizia Municipale per migliorare e razionalizzare i percorsi di controllo sulla città". 

Il Questore di Pistoia Salvatore La Porta ha evidenziato l'importanza di fare rete sul territorio. "E' una iniziativa lodevole che coinvolge tutto il sistema di sicurezza. Una collaborazione maggiore con uomini e mezzi che perlustrano la città. Massima disponibilità per l'aggiornamento professionale delle guardie giurate".

Ad aiutare il lavoro delle forze dell'ordine e degli istituti di vigilanza, oltre alle 150 telecamere già disposte sui punti caldi della città, verranno attivati altri 20 occhi elettronici sui viali di maggiore percorrenza e sulla periferia di Pistoia: della zona della stazione, del sottopasso di via Gorizia, dell’accesso di viale Adua, della Tangenziale e dell’incrocio che da Candeglia porta alla Valle delle Buri. 

 

questo articolo è stato offerto da:


1 commento

  • Link al commento bibi Giovedì, 14 Marzo 2019 10:12 inviato da bibi

    Tutti questi appelli alla INSICUREZZA mi lasciano sinceramente perplesso . Penso che d'ora in avanti , prima di uscire di casa , dovro' passare davanti allo specchio "intero" per controllare il mio abito . Di poi un graduato controllerà la lunghezza della mia barba, lo stacco fra barba e basette e la pulizia di denti e delle unghie e relativa lunghezza. Per la lucidatura dlle scarpe ....
    Tutto questo per apparire al meglio durante le riprese delle cento e più telecamere presenti in funzione repressiva e non certamente PREVENTIVA .... Prova ne sia che si fa cenno a guardie giurate che con i loro occhi , segnalano preventivamente . Le telecamere servono , eccome , a tanti della partita .....

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.