PISTOIA

Venerdì, 08 Marzo 2019 14:47

Cimitero San Pantaleo, l'assessore Risaliti risponde ad Alberti

"Alterata la realtà dei fatti per un distorto articolo smentito dalla foto pubblicata da Report"

PISTOIA - In merito all'articolo "Cimitero di San Pantaleo: esumazioni che devastano" - su denuncia del consigliere comunale del Pd Alberti - l'assessore ai servizi cimiteriali Gianna Risaliti pone al consigliere una domanda: "Era presente al verificarsi di questa "brutta storia" da lui raccontata, oppure gli è stata, forse, 'bruttamente raccontata'?".

Ecco la risposta dell'Amministrazione.

Le esumazioni effettuate a San Pantaleo sono state 9 (e non 6), i familiari sono stati tutti avvisati fatta eccezione per la sola famiglia di un defunto la quale ieri, giovedì 7 marzo, si è presentata presso la ditta che gestisce i servizi cimiteriali per chiedere informazioni relative la prossima esumazione senza riferire alcuna lamentela.

Per quanto riguarda la parte sulla devastazione del cimitero, contrariamente alle foto pubblicate sul giornale, emerge un campo di inumazione ben sistemato con gli arredi funebri smontati dai marmisti incaricati dai parenti dei defunti, ordinatamente accantonati in attesa di essere ricollocati dagli stessi artigiani commissionati dal parente del defunto.

Per quanto riguarda l'illuminazione a terra, Risaliti evidenzia che "il consigliere Alberti dovrebbe sapere che è vietato dal Regolamento cimiteriale, art. 55 comma 3 che recita "Per problemi di sicurezza, è vietato realizzare impianti elettrici fissi, anche a bassa tensione, per l’illuminazione votiva per sepolture a terra". Proprio perché sono assolutamente convinta che sia un luogo ed un tema di massimo rispetto, che tocca le più profonde emozioni dell'anima, alterare la realtà delle cose e dei fatti per un distorto articolo, ben smentito - tra l'altro - dalla stessa foto pubblicata da Report, mi pare, questa sì, una grande mancanza di rispetto".

In merito alle modalità di avviso alle famiglie, ogni anno viene affisso alle bacheche di tutti i 48 cimiteri di Pistoia un avviso con il quale il Comune informa gli utenti che, trascorsi i 10 anni dalla sepoltura, i defunti possono essere riesumati pertanto le famiglie sono tenute a presentarsi allo sportello ufficio cimiteri per espletare le pratiche relative all'esumazione e comunicare i propri recapiti telefonici, nel caso non siano già stati forniti in precedenza, al fine di essere avvisati; se questo non avviene il Comune procede d'ufficio con l'esumazione, così come indicato nell'avviso.

Inoltre, - ogni mese, una volta che il programma viene approvato, vengono chiamati tempestivamente (minimo 20 giorni prima) i familiari che hanno lasciato i recapiti. Infine sulle tombe dei defunti, per i quali non è stato possibile rintracciare nessun familiare, viene posto un avviso nel quale si comunica ai parenti giorno e ora dell'esumazione.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.