PISTOIA

Giovedì, 07 Marzo 2019 18:35

8 marzo, tante proposte per la Festa della donna

L'allestimento dell'atrio del Palazzo Comunale L'allestimento dell'atrio del Palazzo Comunale

Le iniziative in arrivo da enti e associazioni

Molte le iniziative in diverse zona della provincia. In questa pagina raccogliamo quelle che sono arrivare alla nostra posta di redazione nella giornata della vigilia della Festa della donna 

Fiori colorati nel cortile del Palazzo comunale

Omaggio floreale a tutte le donne in Palazzo di Giano 

PISTOIA - Anche nel Comune di Pistoia si respira aria di primavera e, in occasione della Giornata internazionale della donna, il cortile della Magnolia si abbellisce con tanti fiori colorati e domani, venerdì 8 marzo a

partire dalle ore 8 sempre nel cortile della Magnolia, ogni donna sarà omaggiata con una primula e un rametto di mimosa.

Stamani i giardinieri del cantiere comunale hanno concluso i lavori per allestire 120 primule arancioni sistemate in una cinquantina di vasi lungo le ringhiere nei pressi delle sale dei gruppi consiliari.

Domani, venerdì 8 marzo, ogni donna che lo desidera potrà ritirare un omaggio floreale nell'atrio della Magnolia di Palazzo di Giano dove sarà presente personale del Comune per consegnare una pianta di primula (di vari colori) e un rametto di mimosa in segno di augurio alle donne.

Le piante, circa 400 che saranno consegnate fino a esaurimento, sono offerte dall'agraria Vannacci di Pistoia. 

“Amici del ceppo e non solo” e non solo

Una Festa della Donna letteraria 

PISTOIA - Nella Sala Cup del Ceppo presentazione del romanzo di Maria Valbonesi.

Venerdì 8 marzo, con inizio alle ore 17.30 nella Sala CUP dell’Antico Ospedale del Ceppo di Pistoia, si terrà la presentazione del romanzo “Le vie di Maria Maddalena Pazzaglia”, scritto da Maria Valbonesi.

Una conversazione di Iacopo Bojola, studioso di storia locale, con l’autrice.

Un appuntamento a ingresso gratuito a cura dell’associazione culturale Amici del Ceppo e non solo, con sede nella Biblioteca Medica Mario Romagnoli, reso possibile dalle autorizzazioni della Società della Salute della Toscana e dell’Azienda Sanitaria Usl Toscana Centro.

La trama del romanzo è incentrata su una giovane nobildonna, Maria Maddalena Pazzaglia, pistoiese, che trascorre una vita spensierata e allietata dalle tante amicizie e dai molti corteggiatori. Le sue giornate trascorrono tra svaghi, confidenze, incontri galanti e passeggiate per le strade della Pistoia del Settecento, magistralmente raccontata da Valbonesi. Grazie alle brillanti capacità descrittive dell’autrice, colpisce l’accurata ricostruzione storica della vicenda.

L’iniziativa, sottotitolata “La sfida di una scelta ‘donnesca’ nella città di Pistoia”, ci riporta al diario di Giovan Cosimo Rossi Melocchi (1724 – 1733), nel quale Valbonesi si è immersa per comporre la sua opera.

Maria Maddalena Pazzaglia, donna di trecento anni fa, prende una sorprendente decisione, nella quale si evidenzia la spiccata autonomia femminile, la scelta ‘donnesca’ appunto, quale risulta dal diario in questione.

Il volume, come anticipato, sarà presentato da Iacopo Bojola, appassionato di libri antichi e manoscritti nonché amante di narrativa e storia; le sue parole e quelle di Valbonesi saranno accompagnate dalla proiezione di immagini d’epoca.

Non resta, quindi, che intervenire numerosi. 

Si apre la mostra sulle suffragette

L'appuntamento è alle 12 di venerdì 8 marzo 

PISTOIA - Sarà inaugurata venerdì 8 marzo, alle 12, alla biblioteca San Giorgio la mostra Le donne e il voto. Suffragette italiane verso la cittadinanza (1861-1946) a cura dell'Istituto storico della Resistenza di Pistoia, con il patrocinio del Comune di Pistoia.
All'evento interverranno il presidente dell'Istituto storico della Resistenza di Pistoia Roberto Barontini, il presidente del consiglio comunale Emanuele Gelli, la direttrice della biblioteca Maria Stella Rasetti e Chiara Martinelli dell'Istituto storico della Resistenza di Pistoia.

La mostra racconta il movimento per la conquista del voto alle donne dall'Unità d'Italia al 1946 (anno delle prime elezioni a suffragio universale) in collegamento con il contesto internazionale. Dalla seconda metà del diciannovesimo secolo, infatti, in tutto il mondo e in particolare in Occidente, si afferma un movimento contro la secolare esclusione delle donne dalla sfera politica. Un'esclusione basata sull'idea che la rigida distinzione dei campi di pertinenza dei due sessi sia conforme alla natura e garanzia imprescindibile di una società ordinata: alle donne la maternità, la famiglia, l'ambito domestico; agli uomini le professioni, gli affari, la politica.

La mostra Le donne e il voto. Suffragette italiane verso la cittadinanza (1861-1946) propone i documenti dell'archivio storico dell'Unione femminile italiana, fondata a Milano nel 1899 e protagonista del suffragismo italiano, insieme a quelli della Fondazione Anna Kuliscioff, che conserva una vasta raccolta di fonti archivistiche e bibliografiche sul movimento operaio, socialista, femminile e libertario.

La mostra rimarrà in allestimento nelle vetrine della biblioteca San Giorgio fino al 20 marzo 

"Il posto delle donne" al Circolo Pd

L'iniziativa al Circolo Fornaci-Casermette 

Continua la serie di iniziative del Circolo PD di Fornaci-Casermette.

Venerdi 8 marzo sarà la volta di una festa della donna particolare, dal punto di vista di chi migra: l'incontro avrà come titolo "In terra straniera - il posto delle donne". 

Varie saranno le testimonianze che i democratici raccoglieranno nell'incontro aperto: il padre domenicano Alessandro Cortesipadre, Camilla Reggiannini come operatrice dell'associazione Manusa, l'operatrice dei CAS Sara Moschini e Claudio Curreli, magistrato e capo ScoutCircolo Fornaci Casermette.

L'incontro comincerà con un aperitivo alle 19.30, per poi proseguire con il confronto e poi musica live. 

Le iniziative dell'Istituto storico della Resistenza

Due importanti proposte a Pistoia e Monsummano

PISTOIA, Biblioteca San Giorgio
Mostra “Le donne e il voto. Suffragette italiane verso la cittadinanza (1861-1946)”
Biblioteca San Giorgio, Pistoia, Via S. Pertini 
Inaugurazione 8 marzo alle ore 12 - Atrio della Biblioteca San Giorgio
Interventi di: 
Roberto Barontini, Presidente Istituto storico della Resistenza di Pistoia
Emanuele Gelli, Presidente del consiglio comunale di Pistoia 
Maria Stella Rasetti, Direttrice Biblioteca San Giorgio 
Chiara Martinelli, Istituto storico della Resistenza di Pistoia
Organizzata con materiali provenienti in gran parte dagli archivi dell’Unione Femminile Nazionale di Milano (ovvero da una delle più grandi realtà i conservazione della storia del suffragismo italiano) e della Fondazione Anna Kuliscioff, la Mostra storica itinerante sul suffragismo italiano riporta manoscritti, volantini, giornali, vignette satiriche, pamphlet che restituiscono il clima e i contenuti di una delle più intense, e purtroppo rimosse, vicende della politica italiana. Si racconta infatti il movimento per il suffragio femminile dal 1861, anno dell’Unità d’Italia, al 1946, anno delle prime elezioni a suffragio universale. 
Allestimento a cura dell'Istituto storico della Resistenza di Pistoia. Con il patrocinio del Comune di Pistoia e della Biblioteca San Giorgio.

MONSUMMANO, 8 marzo 
Ore 16:00 – Monsummano Terme, Piazza Guido Rossa (nei pressi del Circolo di Bizzarrino)
Intitolazione del Parco a Righetto Pierattini e alle vittime del naufragio del Piroscafo Oria 
Interventi di: Rinaldo Vanni (Sindaco di Monsummano Terme), Eugenio Giani (Presidente del Consiglio Regionale della Toscana) 
A seguire – Monsummano Terme, Circolo di Bizzarrino, Via Orlandini 1297
Presentazione del libro “Dispersi sì, dimenticati mai: il naufragio del piroscafo Oria, 12 febbraio 1944. Il caso dei soldati valdinievolini e pistoiesi”, Edizioni dell’Assemblea, 2019. 
Interventi di: Elena Sinimberghi (Comune di Monsummano Terme), Luisa Ciardi (Fondazione CDSE), Michele Ghirardelli (UNIFE), Matteo Grasso (ISRPT).

 

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.