PISTOIA

Mercoledì, 06 Marzo 2019 18:33

Arresti per uno stalker novantenne. Il giudice conferma

In carcere per difendere dalle continue aggressioni la ex compagna

PISTOIA - Il Tribunale ha confermato l'arresto: Rocco Donato Benedetto, nonostante la sua tarda età, resta in carcere. Una anomala convalida di arresto. Come era stato del resto l'arresto stesso. L'uomo infatti ha quasi 90 anni (88 per la precisione). Ma nell'ultimo decennio ha ripetuto continuamente atti di violenza e minacce contro la sua ex compagna. L'ultimo episodio sabato scorso quando aveva usato l'acido contro la donna, solo per fortuna senza colpirla.

L'ha trovata per strada mentre andava a portare la spazzatura: l'ha accusata con qualche ricostruzione farneticante, l'ha minacciata, le ha detto che le avrebbe spruzzato in faccia l'acido. Detto fatto: ha tirato fuori una boccetta e ha messo in pratica la minaccia. Solo l'intervento di una signora del palazzo ha evitato il peggio. Questa volta, come molte altre, la denuncia non è bastata e la squadra volante della Polizia, dopo aver ricostruito i fatti, lo ha arrestato. Portandolo in Santa Caterina in Brana.

In un altro contesto l'età avanzatissima avrebbe fatto scattare gli arresti domiciliari. Una tutela comprensibile e ragionevole. In questo caso però il Giudice ha ritenuto che il trattamento “di riguardo” non si potesse applicare a questo caso: troppo rischioso, troppo probabile la reiterazione del reato. L'uomo e la sua vittima stanno in due diversi appartamenti ma nello stesso stabile: la vicinanza ha portato negli anni una serie infinita di episodi, una raffica di denunca, una litania di arresti. Con l'avanzare dell'età, a Rocco Donato Benedetto non si sono disinnescati i bollenti spiriti, che lo fanno scatenare contro la sua ex compagna.

E così ora questa vicenda, che ha avuto momenti paradossali, diventa in qualche modo un caso giudiziario. Per questo 88enne focoso e violento contro quella che è stata la sua donna, non ci sono attenuanti: deve andare in carcere. E' il solo modo per tutelare la vittima. Toccherà al giudice che seguirà il processo dire poi la parola definitiva sul suo destino. Di sicuro nel carcere di Santa Caterina in Brana la sua sarà una presenza... da record. (m.d.)

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.