PISTOIA

Martedì, 05 Marzo 2019 17:27

Pistoia, Copit compie 50 anni e vara un nuovo bus

Momenti della manifestazione di stamani Momenti della manifestazione di stamani

Presentato il piazza del Duomo. Premiati i clienti più “fedeli”

di Marzio Dolfi

PISTOIA – Varato stamani il primo bus con un grosso 50 scritto in bianco e il logo “cinquanta anni in movimento”. E' un primo momento in cui il Copit festeggia del suo mezzo secolo di vita. Copit infatti è nata nel 1969 dalle ceneri della già storica Saca.

“Un momento particolare – ha commentato il presidente Antonio Principato – su cui pesa ancora il dramma dell'incendio di Lamporecchio (dove sono andati persi 8 mezzi, n.d.r.). Abbiamo reagito e da ora a febbraio prossimo cambieremo 15 mezzi, rinnovando in pratica il 10% del parco macchine. Certo l'incendio ha fatto saltare la programmazione, ma in questo anno faremo lo stesso un passo importante in avanti per dare alla comunità pistoiese un servizio ancora migliore”.

In piazza del Duomo, punto di partenza ormai per le novità Copit, fa bella mostra di sé un “Otokar Kent” di 12 metri, acquistato in totale autofinanziamento, con motorizzazione Euro 6 a ridotto impatto ambientale, con ben 108 posti di cui 26 a sedere e un allestimento idoneo al trasporto di persone diversamente abili in carrozzina. Anche il sistema di sorveglianza interno è tutto nuovo e non manca la dotazione satellitare per la localizzazione in tempo reale a disposizione dell'utenza: sempre sotto controllo insomma con l'app Teseo o dalle “paline intelligenti”.

Per la Prefetto Emilia Zarrilli il nuovo mezzo “è la prima risposta alla tragedia di Lamporecchio, un mezzo nuovo anche da un punto di vista ambientale, in modo che tutto il territorio possa crescere in mobilità e tutela dell'ambiente”.

Il sindaco di Lamporecchio Alessio Torrigiani, in piazza del Duomo a rappresentare la Provincia, ha sottolineato il significato simbolico di questo varo (“quando si arriva a celebrare 50 anni vuol dire che qualcosa di buono è stato fatto”). Come sindaco ha però ricordato anche “lo scempio” a cui ha assistito ed ha ringraziato il Copit che è stato in grado “di ritrovare l'assetto e ripristinare subito il servizio, facendo un lavoro davvero importantissimo”.

Il sindaco Alessandro Tomasi ha aggiunto un augurio in questo momento delicato e importante per il Copit: “mi auguro – ha detto – che non ci siano colpi di testa di nessuno , in particolare della Regione: il momento è delicato e bisogna mettere aziende come il Copit in grado di lavorare, in un passaggio importante come la gara regionale del trasporto pubblico. Vogliamo tutelare il nostro patrimonio pubblico”.

La mattinata è andata avanti con la benedizione del nuovo autobus e si è conclusa con un gesto simbolico, la premiazione dei 10 clienti più “affezionati”, quelli che più volte sono entrati sul bus con la “Carta Mobile” nel secondo semestre del 2018. Il passeggero più fedele ha usato il bus quasi 1000 volte in sei mesi. I “premiati” (che hanno ricevuto una sorta di titolo di merito e un abbonamento trimestrale per la rete urbana sono Luca Ravagli, Laura Plumari, Fabiana Poli, Enrico Bianchi, Rosa Montesano, Nicoletta Bisconti, Miriam Guerrini, Nunzia Volpe, Samantha Averni e Mirna Previti.

questo articolo è stato offerto da:


1 commento

  • Link al commento Cleopatria Martedì, 05 Marzo 2019 22:12 inviato da Cleopatria

    Sarebbe un ulteriore segno di modernità, oltre l utilizzo di mezzi euro 6, anche la reintroduzione dei bussini elettrici, già utilizzati in passato.

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.