PISTOIA

Venerdì, 01 Marzo 2019 15:40

Sant'Agostino, un focus col Comune per le criticità dell'area

Carlo Pancani, presidente dell'associazione Sant'Agostino imprese Carlo Pancani, presidente dell'associazione Sant'Agostino imprese

Intervista a Carlo Pancani, presidente di “S. Agostino imprese”

di Gina Nesti

PISTOIA - Affollatissima la sede dell’associazione “S. Agostino imprese” per assistere all’incontro dei commercianti della zona industriale con l’Amministrazione comunale. Oltre cento persone a testimonianza di quanto gli operatori – ma anche i residenti - si sentano troppo “periferia” a ridosso della città.

Un incontro chiesto dall’associazione per fare un focus operativo su quanto è stato fatto nella zona e quanto ancora deve essere realizzato, sui tempi di realizzazione dei vari progetti annunciati nel corso della campagna elettorale: la rotatoria di via Cellini, la nuova viabilità, le criticità dell'area e il programma di sicurezza.

Ad accogliere il sindaco Alessandro Tomasi, gli assessore Alessandro Capecchi, Alessio Bartolomei e Alessandro Sabella, il presidente dell’associazione, Carlo Pancani.

E' lo stesso Pancani a spiegare a Reportpistoia gli esiti dell'assemblea.

“L’incontro è andato benissimo – dice Pancani -, del resto era un appuntamento molto sentito”.

Veniamo ai temi della serata iniziando dalla nuova rotatoria di via Cellini

“Per quanto riguarda la rotatoria di via Cellini, Capecchi ci ha illustrato tutti i disegni del progetto ed ha preso nota della nostra richiesta di installare nella rotatoria più piccola, delle telecamere per tenere sotto controllo tutto l’accesso a S. Agostino. La nuova rotatoria toglierà diversi parcheggi , per questo l'Amministrazione valuterà la possibilità di rendere fruibile il parcheggio di fronte al forno Pagnini, un'area di proprietà comunale”.

In sintesi, quando inizieranno i lavori?

“Ci è stato spiegato tutto l’iter di preparazione: le gare d’appalto, i controlli antimafia, la sicurezza. Insomma, prima di procedere ci vorrà un po' di tempo. Ma se tutto va bene e non ci fossero ricorsi, il cantiere potrebbe essere aperto tra settembre e ottobre”.

E le altre criticità della zona?

“E’ stato preso atto di tutte le criticità. Erano presenti alcuni componenti del direttivo dell’associazione e del comitato residenti abbiamo parlato a 360 gradi di tutto quello che verrà fatto nell’immediato. E’ stato un incontro costruttivo senza polemiche da parte di nessuno, ma c’è stata la volontà di costruire un cammino insieme”.

Le buche nelle strade?

“Il problema è di Publiacqua che spacca le strade per sistemare le tubazioni, lo fa male e poi si creano le buche, sono strade private a uso pubblico dove il Comune non può mettere mano. Così si creano queste situazioni critiche che imprese e cittadini sono costretti a subire”.

La cartellonistica della zona?

“Avevamo portato un progetto fatto da professionisti dell’associazione: ad oggi non abbiamo avuto risposta, però c’è la volontà dell’Amministrazione di recepire anche questo problema”.

Come siete rimasti d’accordo?

“La volontà è stata quella di attivarsi, ho chiesto, e il Sindaco ha accettato, di di essere invitati in Comune ai tavoli tecnici per portare avanti queste istanze e cercare di dare risposte alle criticità”.

Il prossimo incontro con l’Amministrazione?

“Sarà con il nostro direttivo. Il Comune ci fornirà i piani, i progetti e io andrò a confrontarmi con gli associati in assemblea: lì verranno raccolte idee e proposte che successivamente presenteremo in un incontro tra direttivo e Sindaco”.

Prevedete una nuova assemblea pubblica?

“Il sindaco ha concluso l’incontro dando appuntamento al prossimo mese per continuare questo confronto sulle varie attività in programma. Poi tra qualche mese tireremo le somme per vedere quello che è stato fatto e quello che resta ancora da fare”.

 

questo articolo è stato offerto da:


1 commento

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.