PISTOIA

Mercoledì, 13 Febbraio 2019 18:29

Pistoia, approvate due mozioni: “Plastic free” e Farcom

Nel consiglio comunale di lunedì 11 febbraio

PISTOIA - Nella seduta di lunedì 11 febbraio i consiglieri comunali hanno approvato due mozioni: una riguarda la sensibilizzazione e gli interventi per limitare l'uso e la dispersione della plastica usa e getta nell'ambiente; l'altra la partecipazione del Comune in Farcom. Entrambi i provvedimenti sono stati approvati all'unanimità.

La mozione “plastic free” è stata presentata dal Movimento 5 Stelle e impegna sindaco e giunta, come è scritto nel documento, «a aderire alla campagna “Plastic Free Challenge” lanciata dal Ministro dell'Ambiente; a predisporre ogni azione necessaria affinché nelle sedi comunali e di competenza vengano eliminati tutti gli articoli in plastica monouso, con particolare riguardo a quelli legati alla vendita (diretta o per mezzo di distributori automatici) e alla somministrazione di cibi e bevande; a promuovere una campagna di informazione e di sensibilizzazione per tutti i dipendenti del Comune di Pistoia, delle aziende partecipate, delle scuole e delle aziende e cooperative in relazione a appalti di servizi socio-sanitari stipulati con l'Amministrazione comunale.

Il provvedimento chiede infine di trasmettere la mozione al Ministero dell'Ambiente e all'Anci e a sollecitare quest'ultima affinché aderisca all'iniziativa». Il provvedimento è passato con voto unanime dei 26 consiglieri comunali presenti in aula.

L'altra mozione discussa riguarda la partecipazione del Comune in Farcom che è stata presentata dai consiglieri comunali del Pd (Walter Tripi, Carla Breschi, Mario Tuci, Alvaro Alberti, Antonella Cotti, Giovanbattista Grasso).

L'atto impegna sindaco e giunta, come riportato nel testo, "a svolgere, con la commissione competente, un'attenta e dettagliata analisi rispetto al futuro della partecipazione in Farcom e in ogni caso a mantenere una quota pubblica maggioritaria, in modo da poter – anche in futuro – esercitare appieno la funzione di controllo e indirizzo in un settore di così ampio rilievo".

Il voto dell'aula è stato unanime (20 consiglieri presenti).

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.