PISTOIA

Venerdì, 08 Febbraio 2019 14:14

Domani è il giorno della raccolta farmaci per i bisognosi

La presentazione della iniziativa, stamani in comune La presentazione della iniziativa, stamani in comune

Quattordici le farmacie di Pistoia e provincia interessate

di Gina Nesti

PISTOIA – Domani a Pistoia come in tutta Italia si svolgerà la diciannovesima edizione della Giornata di raccolta del farmaco di Banco Farmaceutico. Un appuntamento dedicato alla solidarietà con l’attenzione rivolta alle persone bisognose.

L’iniziativa è stata presentata stamattina in Comune dal vice sindaco Anna Maria Celesti, che è anche assessore alle politiche di inclusione sociale, da Alessio Poli amministratore unico di Far.com ((farmacie comunali pistoiesi), Andrea Giacomelli presidente dell’Ordine dei farmacisti della provincia di Pistoia, Luigi Gianmichele delegato del Banco farmaceutico, Sandra Palandri presidente di Federfarma Pistoia. Presenti anche Marcello Suppressa direttore di Caritas, Agnese Sichi di Dynamo Camp, Anna Bruna Geri di Rotary club Pistoia. Sono quattordici le farmacie di Pistoia e provincia che hanno aderito all’iniziativa. A Pistoia sono la Farmacie Comunali di viale Adua, Antica Farmacia Chiti, Farmacia del Belvedere, di San Francesco, di San Marco e la Scorcelletti. A San Marcello la farmacia Maresca, a Serravalle la Baldassarri, a Larciano la Comunale n° 7, a Agliana la comunale n° 6, la Nucci, la San Michele, a Quarrata la Comunale n° 5.

E’ stato il vicesindaco Anna Maria Celesti a presentare l'iniziativa,  sottolineando l’importanza del messaggio da fare passare e spiegando il ruolo dell’assessorato alle politiche d’inclusione sociale che ha il principale compito di prendersi in carico le fragilità sociali: ecomomica, abitativa e di tutela della salute.

“E’ quando le condizioni sociali vengono meno che c’è una maggiore fragilità della tutela della salute - ha spiegato l’assessore Celesti - e per quanto si possa dare il sostegno non sempre riusciamo a coprire e dare tutto ciò che serve a una persona. Attraverso il Banco farmaceutico forniremo quei farmaci che normalmente non sono passati dal servizio sanitario nazionale.Ci auguriamo che domani la raccolta sia la più generosa possibile, per  di quei farmaci da banco che non sono superflui. Gli antiinfiammatori antipiretici, integratori che si definiscono da banco e spesso sono determinati per una migliore qualità di vita e di cui purtroppo molto spesso le persone sono costrette a farne a meno”

Luigi GianMichele, del Banco farmaceutico,  ha spiegato come funziona il progetto nato nel 2015 e che in tre anni ha raccolto 4000 farmaci per un valore di 23.000 euro. La giornata di raccolta del farmaco vedrà all’opera numerosi volontari del Banco farmaceutico: Caritas, Cisom, Dynamo Camp, Insieme verso Nuovi Orizzonti di Marliana e Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Pieve a Nievole, Rotary Club Pistoia e Montecatini che saranno impegnati nelle quattordici farmacie.

“Le farmacie che aderiscono vengono associate ad un ente del territorio - ha spiegato Gianmichele - l’ente compila un modulo dove dichiara quale è il bisogno di farmaci, il banco farmaceutico farà la giusta valutazione per cercare di sopperire al bisogno che purtroppo spesso non basta, per questo serve una maggiore adesione di farmacie”.

A quarantanni dalla nascita del sistema sanitario nazionale che è stato il migliore del mondo si iniziano a vedere le prime crepe, questo si percepisce anche dal bisogno dei cittadini di ricorrere al sostegno degli enti. E' stato Andrea Giacomelli, presidente dell’Ordine dei Farmacisti, a sottolinearlo.

 “Nel 2018 oltre mezzo milione di cittadini italiani indigenti per curarsi in modo efficace hanno dovuto ricorrere al sostegno degli enti assistenziali - ha detto Giacomelli -. Evidentemente c’è bisogno di particolare attenzione nei confronti dei cittadini, la richiesta di aiuto è salita del 20% rispetto a gli anni precedenti. Tutte quelle iniziative che vanno in aiuto a questa fascia hanno necessità dell ’impegno di tutti”.

Le farmacie Comunali per il primo anno hanno aderito al progetto. “Non potevano mancare a questo appuntamento – ha sottolineato Alessio Poli - Sono quattro le farmacie dislocate nei quattro comuni: Pistoia, Valenzatico, Ferruccia e Larciano”.

“Un’iniziativa lodevole e patrocinata dal nostro sindacato nazionale che ogni anno ci invita a partecipare sempre più numerosi a questa idea nata a Milano e che negli anni si è diffusa in tutta Italia - ha detto Sandra Palandri - trovando una risposta positiva dove è riuscita a radicarsi. A livello locale le farmacie che aderiscono conoscono i volontari e e gli enti ai quali i farmaci sono destinati e questo stimola generosità”. 

Presente anche un rappresentante del Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta.

“Abbiamo iniziato, da soli, cinque anni fa su invito del Consorzio FAI di Pistoia – ha spiegato il dottor Tommaso Di Niso -. La finalità dell’Ordine di Malta è l’assistenza ai malati ed il sostegno ai bisognosi. Per bisogno non vuol dire dare da mangiare, cosa che facciamo ogni domenica da anni presso la Biblioteca Sana Giorgio, ma anche contribuire ad acquistare i medicinali per curarsi. Spesso ci troviamo di fronte a persone che non possono permettersi neanche una scatola di aspira. Dobbiamo ringraziare la generosità e sensibilità della Farmacia Scorcelletti che ci viene incontro”.


questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.