PISTOIA

Venerdì, 11 Gennaio 2019 11:59

Farmaci, il Difensore civico chiede aiuto ai parlamentari

Bellonzi: “è una piaga, studiamo assieme il problema”

PISTOIA - In relazione alle carenze sul mercato, e quindi nelle farmacie, di alcuni farmaci, e su sollecito di pazienti che hanno bisogno di queste cure, l’Ufficio del Difensore civico territoriale pistoiese si è da anni battuto per il diritto alla salute e alla cura. Questa volta si rivolge ai Parlamentari pistoiesi per studiare assieme il problema dei “farmaci carenti” e individuare modalità di presidio.

La lettera del difensore civico è stata inviata ai senatori e onorevoli: Caterina Bini, Maurizio Carrara, Patrizio La Pietra, Barbara Masini, Manuel Vescovi.

Questa la lettera

Egregi Parlamentari,

sono a scrivere, come ho fatto in passato per altre problematiche di rilievo nazionale, ai nostri rappresentanti istituzionali, relativamente all'oggetto.

Il problema dei farmaci carenti è una criticità assolutamente non solo di incidenza locale, ma nazionale e spesso internazionale e di non semplice soluzione. Ciò non toglie che molti pazienti, già in terapia con farmaci salvavita, abbiano talvolta notevoli difficoltà per l'approvvigionamento e la somministrazione terapeutica di alcuni prodotti fondamentali per la loro salute.

Come Ufficio di difesa civica territoriale mi sono occupato, già oramai da anni su istanza di pazienti, presidiando e sollecitando gli enti preposti (Azienda, Ministero della Salute, Aifa), per la oramai cronica carenza del farmaco Rytmonorm ®, per la cura delle cardiopatie, ad oggi ancora distribuito a singhiozzo sul mercato.

http://www.reportpistoia.com/pistoia/item/60282-sparisce-un-farmaco-usato-dai-cardiopatici.html

Sono con questa occasione a trattare anche del farmaco Sinemet ®, terapia per il Parkinson, già con importanti carenze a febbraio e ottobre del 2018. Le associazioni dei pazienti hanno riportato che recentemente la Merck ha fatto sapere alla FDA e ad altre agenzie di monitoraggio dei farmaci di tutto il mondo che si aspetta che la carenza dei prodotti Sinemet e Sinemet Plus continui nel primo trimestre del 2019. Ha suggerito ai pazienti di cercare prodotti a base di levodopa da altri fornitori. Aifa, nell'elenco dei medicinali carenti del 4 gennaio scorso, non prevede per il Sinemet ®, una data di previsto rientro in distribuzione.

Riterrei, anche in considerazione di quanto attivato da altri Paesi (mi riferisco al recente Rapporto d'informazione sulla carenza dei farmaci del Senato della Repubblica francese del 27 settembre 2018, relatore M. Jean-Pierre Decool), che la questione della carenza dei farmaci possa essere maggiormente presidiata, anche in relazione alle prescrizioni normative vigenti. Il codice comunitario sui medicinali, attuato in Italia con il Decreto legislativo n. 219/2006, impone infatti ai produttori e distributori dei farmaci immessi sul mercato che ne assicurino la presenza nelle farmacie per garantire le esigenze del pazienti.

Resto a completa disposizione e in attesa di un cenno di riscontro sono a inviare i miei migliori saluti.

Dott. Manuele Bellonzi

Difensore civico territoriale - Provincia di Pistoia

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.