PISTOIA

Giovedì, 06 Dicembre 2018 12:35

Leggi razziali e persecuzioni, incontro allo scientifico

Appuntamento domani alle 9.30 nell'aula Magna

PISTOIA - Domani, venerdì 7 dicembre, alle ore 9.30 nell'aula Magna del liceo scientifico Amedeo duca di Aosta è in programma una iniziativa, promossa dal Comune di Pistoia in collaborazione con il liceo scientifico pistoiese, rivolta a studenti e studentesse degli istituti superiori sulla questione delle leggi razziali. Lo storico Michele Sarfatti, studioso della persecuzione antiebraica e della storia degli ebrei in Italia nel XX secolo, autore fra gli altri, del libro Gli ebrei nell’Italia fascista. Vicende, identità, persecuzione, (Einaudi 2018), parlerà di "La legislazione antiebraica del fascismo".

Alla conferenza saranno presenti anche due studiosi locali, Camilla Reggiannini e Andrea Lottini, che parleranno di una storia, fino a oggi poco conosciuta, che avvenne nella provincia di Pistoia durante la Seconda guerra mondiale. I protagonisti sono alcuni ebrei deportati a Prunetta, che divenne sede di internamento. Gran parte della famiglia Fischer venne catturata nel gennaio del ‘44 e deportata ad Auschwitz, ma si salvò un bambino, Massimiliano Fischer, di poco più di un anno, che scampò alla morte in maniera quasi miracolosa.

Camilla Reggiannini e Andrea Lottini hanno studiato a fondo come si svolsero i fatti e sono riusciti a ritrovare quel bambino, ora un anziano signore di settantacinque anni che abita a Torino, che ha potuto conoscere la storia della sua infanzia (di cui non sapeva quasi niente), proprio tramite la loro ricostruzione.

L'appuntamento, in programma domani venerdì 7 dicembre, rientra nell’ambito delle iniziative del Giorno della Memoria, che si celebra il 27 gennaio di ogni anno. Per l'occasione della ricorrenza, Comune di Pistoia e Cudir - Comitato unitario per la difesa delle istituzioni Repubblicane, insieme all'Istituto storico della Resistenza, proporranno la mostra dal titolo “Mai indifferenti”, un’esposizione realizzata di recente dalla sezione Anpi “Adele Bei” di Roma e dalla Cgil per ricordare le leggi razziali del 1938 e 1939, tragiche pagine della storia nazionale. Nella mostra, che sarà allestita il prossimo gennaio nelle Sale Affrescate del Palazzo comunale (con una parte dedicata a Pistoia), emerge, in particolare, la sistematicità e la capillarità delle persecuzioni cui, fra il 1938 e il 1943, gli ebrei furono sottoposti nell’Italia fascista.

 

questo articolo è stato offerto da:


1 commento

  • Link al commento bibi Venerdì, 07 Dicembre 2018 12:48 inviato da bibi

    Consiglio a tutti di usare internet per leggere i dispositivi pubblicat sulla Gazzetta ufficiale del Regno . Lasciate perdere i commenti e le spiegazioni . Le interpretazioni sono il frutto di sintesi e di opinioni . Non abbiate bisogno di traduttor de' traduttor d'Omero . . I dispositivi di legge sono realtà .
    Come realtà è il dispositivo che trasforma in fantasmi tutti quelli che avevano una protezione umanitaria che la legge ha cancellato .
    VERGOGNA

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.