PISTOIA

Giovedì, 06 Dicembre 2018 11:40

Morte del pompiere De Witt: il pm chiede 17 anni per la moglie

La moglie di De Witt davanti al Tribunale di Pistoia La moglie di De Witt davanti al Tribunale di Pistoia

Alle fasi finali il processo in Corte d'Assise a Firenze

FIRENZE – Il Pm non ha dubbi: è lei la causa della morte del marito. Stamani si sta svolgendo in Corte d'assise a Firenze l'ultimo atto del processo per la morte dell'ex pompiere Antonio De Witt Molendi. Unico imputato la moglie Marinova Bogdana Vessellinova, accusata di maltrattamenti e omissione di soccorso. Il Pm Giuseppe Grieco ha chiesto per lei la condanna a 17 anni.

Sarebbero stati proprio i maltrattamenti e la mancanza di soccorso durante una crisi cardiaca (il 118 fu chiamato solo quando l'uomo era già morto) a causarne la morte.

La moglie è colpevole insomma per il Pm pistoiese che ha seguito passo passo le indagini e ha chiesto ai giudici della Corte di Assise una condanna durissima.

Nella giornata di giovedì 13 dicembre è attesa la sentenza.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.