PISTOIA

Giovedì, 08 Novembre 2018 17:18

Invasione di topi in via Croce: il Comune moltiplica le trappole

L'assessore Alessio Bartolomei con un residente di via Machiavelli L'assessore Alessio Bartolomei con un residente di via Machiavelli

L'assessore Alessio Bartolomei ha incontrato i residenti

PISTOIA – Finalmente i residenti di via Benedetto Croce e la limitrofa via Niccolò Machiavelli sono stati ascoltati. Da mesi la zona era stata invasa dai topi.

“C'è una vera e propria colonia – ha spiegato Cheti Petri, una residente – ormai ce li ritroviamo dappertutto. Intorno ai cassonetti si sono creati dei ricettacoli per i ratti, spesso le auto in transito li schiacciano perché saltellano in giro avvicinandosi, di notte, anche alle case”.

Il problema era stato segnalato a Reportpistoia qualche giorno fa, oggi il Comune di Pistoia ha preso provvedimenti per aiutare i residenti in difficoltà da mesi ormai.

“Abbiamo fatto un sopralluogo con Alia e l'Ufficio Ambiente del Comune di Pistoia per verificare la situazione da vicino – ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Alessio Bartolomei – al momento ci sono quattro zone di cattura con esche anti-ratto piazzate vicino ai cassonetti di via Machiavelli e via Benedetto Croce. Così non basta però. I topi si stanno moltiplicando. Per questo porteremo il numero di trappole a undici o dodici, e le esche verranno cambiate tre volte la settimana invece di una volta per almeno un mese”.

I topi si concentrano soprattutto in un piccolo terreno, di proprietà di un privato, che si trova tra il tratto di via Machiavelli dove si trovano i cassonetti e le barriere anti-rumore (foto a sinistra).

“Proprio per questi lavori, iniziati cinque o sei mesi fa, la terra in questo appezzamento è stata smossa e qui, dove c'era l'ex cantiere dei lavori per l'installazione delle barriere posizionate dal supermercato Esselunga, i topi hanno trovato un terreno ideale per fare una colonia”, ha spiegato Massimiliano Bonomini, dell'azienda Anticimex che piazzerà le esche anti ratto per conto del Comune di Pistoia.

La soluzione auspicata dai residenti è una bonifica del terreno dove i topi si sono stabiliti.

“Si dovrebbe togliere la terra e magari cementare, così sarebbe tutto più pulito”, dicono gli abitanti della zona. “Il terreno però - ha ricordato l'assessore Bartolomei - è di proprietà privata, il Comune potrebbe ricomprarlo per rivenderlo poi all'Esselunga”. (s.f.)

questo articolo è stato offerto da:


2 commenti

  • Link al commento bibi Sabato, 10 Novembre 2018 09:06 inviato da bibi

    I topi sono sempre il frutto della mancanza di civismo... Meditate ...

    Rapporto
  • Link al commento bibi Giovedì, 08 Novembre 2018 20:52 inviato da bibi

    I topi mangiano e si moltiplicano a seconda della disponibilità di cibo e non per la terra smossa.
    Cementare ? Ma gestite meglio i vostri rifiuti e vedrete che i topi smetteranno di moltiplicarsi e comunque si sposteranno su altre zone . Questo potrebbe insegnarci qualcosa circa la gestione di altre problematiche attuali . E non mi si tacci , per ffavore , di gelida indifferenza che non è vero .

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.