PISTOIA

Martedì, 09 Ottobre 2018 21:09

Autista aggredito: la solidarietà dalla politica

Dalla Regione un piano per la sicurezza a bordo dei bus

PISTOIA - Aveva chiesto a un passeggero di mostrargli il biglietto ma è stato aggredito con un pugno in pieno volto. La notizia di quanto successo all'autista Copit alla guida dell'autobus 15 ieri sera, lunedì 8 ottobre, ha già raccolto la solidarietà e auguri di pronta guarigione da parte del sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi e di altri esponenti della politica. Riportiamo di seguito le note arrivate a sostegno dell'autista Copit che per le lesioni subite ha ricevuto sette giorni di prognosi. 

Marco Niccolai, consigliere regionale Pd

"Desidero esprimere la massima solidarietà all'autista del Copit che ieri sera, durante il lavoro, è stato aggredito da un passeggero al quale aveva chiesto di mostrare il biglietto.
È inaccettabile che gli autisti del trasporto pubblico locale siano esposti a rischi del genere: la loro sicurezza, così come quella dei passeggeri, deve sempre essere garantita.
Da anni la Regione Toscana, in accordo con le prefetture – tra cui quella di Firenze nel ruolo di capofila – si è attivata per contrastare tali episodi di violenza su treni e autobus mettendo in campo una task-force dedicata e scegliendo, all'interno della gara unica regionale per il trasporto pubblico, di dotare i nuovi mezzi di moderni sistemi di videosorveglianza e monitoraggio satellitare.
Un augurio di pronta guarigione all'autista aggredito: spero che torni al lavoro il prima possibile e che possa farlo con serenità".

Vincenzo Ceccarelli, assessore ai trasporti Regione Toscana

"Esprimo la mia piena solidarietà e quella della Giunta regionale all'autista del Copit di Pistoia aggredito ieri sera da un passeggero mentre svolgeva regolarmente il suo servizio. Episodi simili, aggressioni verbali e fisiche, generano situazioni di disagio ed insicurezza. Anche per questo la Regione Toscana sta lavorando insieme alle aziende ad un piano che garantisca sicurezza e la giusta tranquillità agli autisti e ai cittadini che utilizzano il trasporto pubblico locale. Proprio oggi è stata discussa la prima bozza del piano che prevede, tra le altre cose, la presenza di personale apposito a bordo dei bus".

Gabriele Sgueglia, consigliere comunale Fratelli d’Italia Pistoia

"L’aggressione avvenuta la sera di lunedì 9 Ottobre ai danni di un autista di un bus Copit, colpevole soltanto di aver chiesto il regolare biglietto ad un extracomunitario che era salito a bordo del mezzo da lui condotto, è un campanello di allarme per la sicurezza sulle corriere che attraversano tutto il nostro territorio. Contro questi atti di prevaricazione inaccettabili è necessario reagire con forza, e nella speranza che il colpevole sia individuato e punito, lavorerò affinché sulle linee cittadine sia utilizzato il pugno duro contro chi crede di poter usufruire dei nostri servizi senza pagare il biglietto e contro chi, sentendosi evidentemente al di sopra delle regole, compie atti di violenza inaccettabili che devono essere prevenuti tramite un’azione di controllo che già è stata intrapresa e che deve essere intensificata".

Il gruppo Lega in consiglio Comunale

Anche il gruppo Lega prende posizione su i fatti di cronaca sul territorio, di cui l'ultimo l'aggressione dell'autista del Copit.

"Il capogruppo Gabrele Gori già voleva intervenire tra le comunicazioni di ieri per segnalare il problema con particolare riferimento a quanto accaduto alla palestra Masotti - si legge nella nota - Gori e il consigliere Francesco Mazzeo affermano con forza che ciò che sta avvenendo è intollerabile e si faranno carico con molta probabilità di portare questa che è divenuta un'emergenza sul territorio, in Consiglio Comunale con una interpellanza".

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.