PISTOIA

Venerdì, 05 Ottobre 2018 16:30

Daspo in ospedale, "Lede il rapporto con i pazienti"

reparto San Jacopo reparto San Jacopo foto Carlo Quartieri

Il presidente dell'ordine di dei medici di Pistoia sulla misura del Dl Sicurezza

PISTOIA - “Il daspo interferisce con il rapporto medico-paziente”.

Il presidente dell’ordine dei medici di Pistoia, Beppino Montalti, raggiunto al telefono da Reportpistoia, interviene sulla misura sanitaria entrata nel Dl Sicurezza: allontanare con il Daspo chi interferisce con il lavoro dei medici in ospedale.

Nell’articolo 21 del decreto si legge infatti “l’estensione dell’ambito di applicazione del divieto di accesso in specifiche aree urbane anche a presidi sanitari nell’elenco dei luoghi che possono essere individuati dai regolamenti di polizia urbana ai fini dell’applicazione delle misure a tutela del decoro di particolari aree urbane”.

E questo determina “la possibilità di applicare tra l’altro la misura del provvedimento di allontanamento del questore, il Daspo urbano, nei confronti dei soggetti che pongono in essere condotte che impediscono l’accessibilità e la fruizione nei suddetti ambiti”.

Una misura, questa, che servirebbe a proteggere il lavoro dei medici in ospedale. Perché le aggressioni subite dai medici al pronto soccorso o alla guardia medica sono in aumento.

E’ di un mese fa la notizia che proprio l’ordine dei medici di Pistoia ha dotato i suoi operatori di un dispositivo di sicurezza da usare in situazioni di pericolo.

E’ un allarme che, una volta azionato, mette in contatto il medico con la guardia giurata e le forze dell’ordine.

Ma un conto è un dispositivo di sicurezza e un altro è vietare al paziente di accedere all’ospedale per 48 ore.

“Non credo sia la soluzione alle aggressioni. Il rapporto medico-paziente è delicato. Il diritto alla salute va rispettato. I pazienti non posso essere cacciati dall’ospedale, spero si provveda a correggerlo” conclude Montalti. (i.l)

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.