PISTOIA
Lunedì, 09 Luglio 2018 19:05

Un direttore generale per l'Associazione Teatrale Pistoiese

Sarà scelto o tra i dipendenti dell'Atp o con un bando esterno

PISTOIA – Un direttore generale per l’Associazione Teatrale Pistoiese. Non si vedeva dagli anni ‘80, da quando, appunto, è stata costituita l’Atp.

E’ la novità che è stata spiegata in Consiglio comunale dall’assessore al bilancio Margherita Semplici “il Comune crede fortemente al rilancio dell’Associazione Teatrale Pistoiese ma a comparti definiti”.

Chi sarà ancora non si sa. Sappiamo solo che verrà scelto o tra i dipendenti del Teatro Manzoni o attraverso un bando. “Il fatto che non si prevede esplicitamente nel regolamento di attingere ai dipendenti della Atp non vuol dire che non è possibile farlo – ha spiegato il funzionario alle partecipate Andrea Niccolai – E’ possibile scegliere tra i dipendenti dell’Atp o scegliere all’esterno”.

Sono organi dell’Associazione Teatrale Pistoiese il presidente, il vice presidente, il consiglio di amministrazione, l’organo di controllo e l’assemblea.

Al direttore generale – si legge all’articolo 12 dello statuto del regolamento - spetta la responsabilità della gestione dell’Associazione Teatrale Pistoiese. Tra i suoi compiti c’è quello di esercitare i poteri e le funzioni di datore di lavoro; collaborare alla definizione degli indirizzi generali e delle strategie operative dell’ATP; provvedere all’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione; dirigere e coordinare in autonomia - nel quadro dei programmi approvati e con il vincolo di bilancio - l’organizzazione generale, le attività tecnico-amministrative, economico-finanziarie, artistiche-culturali e tutte le attività connesse o strumentali dell’Associazione Teatrale Pistoiese; predisporre, di concerto i programmi di attività da sottoporre agli organi della Associazione Teatrale Pistoiese.

I compiti del presidente, da Statuto, sono: convocare, fissandone l’ordine del giorno, e presiedere il Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea e il Comitato di Indirizzo; curare l’osservanza dello statuto; verificare l’esecuzione degli atti deliberati; curare le relazioni con gli enti, le istituzioni, le imprese, pubblici e privati, anche al fine di instaurare rapporti di collaborazione a sostegno delle attività associative e curare i rapporti con gli associati.

Il vice presidente dell’Associazione Teatrale Pistoiese, nominato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e di Pescia (socio fondatore assieme al Comune di Pistoia), assume le funzioni di legale rappresentante dell'Associazione Teatrale Pistoiese.

La modifica allo statuto dell'associazione teatrale pistoiese è stata approvata in consiglio con 20 voti favorevoli, nove astenuti ( tutta la minoranza) e nessuno contrario. 

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.