PISTOIA

Venerdì, 29 Giugno 2018 17:20

La Fondazione Caript per l'assistenza domiciliare dell'Ant

Luca Iozzelli e Silvia Leoni Luca Iozzelli e Silvia Leoni foto Image

Ampliata l'attività in provincia: in un anno assistite 128 persone

di Emiliano Nesti

PISTOIA – Grazie all'intervento della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Ant ha ampliato l'attività di assistenza domiciliare nella provincia di Pistoia.

Vicina da anni alle attività istituzionali di Ant, la Fondazione Caript, conferma infatti il sostegno all'assistenza specialistica domiciliare che l'èquipe medico-sanitaria Ant porta gratuitamente nelle case dei malati di tumore della nostra provincia. In particolar modo, il prezioso contributo di 31.500 euro, ha permesso di sostenere molti servizi, tra cui: l'assistenza psicologica a malati e familiari, il servizio nutrizionale a domicilio per i pazienti e il servizio Picc (Peripherally Inserted Central Catheter), ossia il posizionamento a domicilio di un catetere venoso centrale sotto guida ecografica.

“Anche nel 2017, come da diversi anni - commenta il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Luca Iozzelli – la nostra Fondazione finanzia dei progetti che producono i loro effetti sul nostro territorio di riferimento a favore di Ant. In questo caso, nel 2017, abbiamo dato un contributo di 31.500 euro per un ampliamento dei servizi sanitari domiciliari offerti gratuitamente da Ant a Pistoia e nei comuni di Quarrata, Montale, Agliana. Questo perchè crediamo che l'attività di Ant sia preziosissima. Un'associazione – continua Iozzelli – che, con i suoi 40 anni di età, ha precorso i tempi, sull'intuizione di un oncologo bolognese. Proprio a Franco Pannuti nacque l'idea di curare i pazienti affetti da tumori a casa, dove naturalmente è possibile. Adesso è una pratica normale, ma naturalmente 40 anni fa era impensabile. Finanziamo questi progetti perchè crediamo che attraverso questa associazione del terzo settore, possiamo perseguire una delle nostre finalità determinate dalla legge che è quella del sociale, nei confronti delle persone sofferenti, a cui a casa vengono date le cure psicologiche e attività di tipo assistenziale, seguite in tutto e per tutto”.

“Da 40 anni Ant porta assistenza medico- specialista direttamente a casa dei malati di tumore – spiega la dottoressa Silvia Leoni, responsabile sanitario di Ant Toscana -. Tutto questo con la consapevolezza di quanto sia necessario garantire, insieme ai medici e infermieri, la presenza constante di uno psicologo con competenze in oncologia, per il supporto al malato e alla famiglia, in tutto il percorso di cura e non solo nella fase finale della vita. Sono inoltre sempre più frequenti le richieste di un supporto nutrizionale per risolvere i problemi legati all'alimentazione nel corso della malattia, dai consigli dietetici per chi effettua chemioterapia, alla gestione della nutrizione parenterale per chi non riesce ad alimentarsi. Il progetto sostenuto da Fondazione Caripit - continua la dottoressa Leoni - comprende anche il servizio Picc, utilizzato per favorire la somministrazione di farmaci, di liquidi e di nutrizione parenterale nei pazienti”.

A Pistoia e provincia Ant opera in convenzione non onerosa con la Società della Salute area pistoiese e da giugno 2017 a giugno 2018 sono stati assistiti 128 malati di tumore. Inoltre la psicologa è intervenuta in 74 casi, supportando il malato e in 24 casi anche la famiglia. Sono stati effettuate 31 consulenze nutrizionali e sono stati inseriti 21 PICC a domicilio. Ant finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini che corrisponde al 28% e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate, circa il 25%, oltre al contributo del 5x1000 (15%), a lasciti e donazioni (12%). Il 15% di quanto raccoglie deriva da fondi pubblici.

Da uno studio condotto da Human Foundation sull'impatto sociale delle attività di Ant, ha evidenziato che per ogni euro investito nelle attività della Fondazione, il valore prodotto è di 1,90 euro. La valutazione è stata eseguita seguendo la metodologia Social Retum on Investment. Ant è la 9° Onlus nella graduatoria nazionale del 5x1000 nella categoria del volontariato.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.